new icn messageflickr-free-ic3d pan white
La catena dei Lagorai, lo strapiombo della Valsugana e le sue montagne, dall'Osservatorio di Cima della Caldiera (Prealpi Vicentine). | by SolitudeWays.
Back to photostream

La catena dei Lagorai, lo strapiombo della Valsugana e le sue montagne, dall'Osservatorio di Cima della Caldiera (Prealpi Vicentine).

« Il 10 giugno, la nostra artiglieria aprì il fuoco alle 5 del mattino. La grande azione che andava, per 50 chilometri, da Val d’Assa a Cima Caldiera, era iniziata. Sull'Altipiano, comprese le bombarde pesanti da trincea, non v’erano meno di mille bocche da fuoco. Un tambureggiamento immenso, fra boati che sembravano uscire dal ventre della terra, sconvolgevano il suolo. La stessa terra tremava sotto i nostri piedi. Quello non era tiro d’artiglieria. Era l'inferno che si era scatenato. »

(Emilio Lussu - Un anno sull'Altipiano)

 

Valsugana:

La Valsugana (Suganertal in tedesco; Valzegu in mocheno) è una valle del Trentino sud-orientale, confinante con le province di Vicenza e Belluno. Ha andamento ovest-est.

La geografia della valle è dominata dallo scorrere del fiume Brenta, che nasce dai laghi di Levico e di Caldonazzo, e prosegue in direzione est, per poi sfociare nel mare Adriatico. Importante è anche il corso del torrente Fersina, che passando per Pergine Valsugana si getta poi nel fiume Adige nella città di Trento.

Dal punto di vista orografico, la vallata è racchiusa da due catene montuose:

a nord dalla catena del Lagorai, che la separa dalla Valle di Fiemme;

a sud dalla catena Cima XII-Ortigara, che la separa dalla Provincia di Vicenza.

Tra le valli laterali della Valsugana si ricordano la Valle dei Mocheni, la Val di Sella e l'Altopiano del Tesino. La Bassa Valsugana, in particolare, è zona carsica, ricca di antri e grotte, come quella dell'Ernesto a Grigno, del Calgeron, Grotta di Castello Tesino e dell'Orso a Castel Tesino e quella della Bigonda.

 

Catena dei Lagorai:

La Catena del Lagorai è un gruppo montuoso situata nel Trentino orientale e rappresenta una delle aree a maggior naturalità dell'intero territorio provinciale, includendo alcuni tra gli angoli più selvaggi delle Alpi Sud-orientali. Lagorai è un nome che ha radici nella parola lago, infatti numerosi sono gli specchi d’acqua più o meno grandi presenti a varie quote.

Il Lagorai si estende, dal punto di vista geologico e geografico, su una vasta zona compresa tra la zona del Monte Calisio (a est di Trento) e il Passo Rolle, in Primiero, per una lunghezza di circa 70 km. Alla sue pendici si affacciano molte valli, tra cui le valli di Primiero a Sud-Est, a Sud la Valle del Vanoi, la Val Campelle, la Val Calamento (queste ultime due laterali di sinistra della Valsugana) e la Val dei Mocheni, l'Altopiano di Pinè a Ovest, la Val di Cembra a Nord-Ovest, la Val di Fiemme e la Valle del Travignolo a Nord.

Secondo la SOIUSA e ruotando in senso orario, i limiti geografici sono: passo Rolle, torrente Cismon, torrente Vanoi, passo Cinque Croci, val Campelle, val Calamento, passo di Fiemme, val Cadino, val di Fiemme, torrente Travignolo, passo Rolle.

 

Cima della Caldiera:

La Cima della Caldiera (lingua cimbra: Thor-helle o più semplicemente Thor), è una montagna delle Alpi alta 2124 m e si trova nella parte settentrionale dell'Altopiano dei Sette Comuni.

Il suo vecchio nome, Monte Toro, nasce da una storpiatura dell'antico nome cimbro della montagna, Thor, divinità scandinava.

Cima della Caldiera è stata interessata da importantissimi eventi bellici durante la Prima guerra mondiale. Si trova infatti posta a ridosso del Monte Ortigara, separato da quest'ultimo dal promontorio del Monte Campanaro.

Nell'estate del 1917 la 19ª compagnia del 5º reggimento Minatori costruì al di sotto dell'anticima della Caldiera un imponente osservatorio in caverna tuttora visitabile. Sulla quota 2109 della Caldiera vi si trovano inoltre i resti dell'osservatorio.

Il 6 ottobre 1917 un colpo di artiglieria sparato dalla Cima della Caldiera colpì a morte il comandante della 6ª Divisione di Fanteria A.U. di Graz, Artur Edlen Von Mecenseffy, che si trovava nei pressi della base logistica di Campo Gallina.

4,710 views
100 faves
188 comments
Taken on June 27, 2012