Gibson SG Special "Diavoletto"

Storia:

Il 1961 è un periodo difficile per la Gibson. La Fender, storica concorrente, è riuscita finalmente ad occupare buona fetta del mercato con i suoi prodotti, fra cui le Telecaster e le Stratocaster che, seppur qualitativamente inferiori, sono più economiche e di minor peso. Ed è proprio il peso, la forma, ma soprattutto il sound versatile e quindi adatto per tutti i generi della Stratocaster, che spingono la Gibson a sviluppare una nuova chitarra. Ricalcando lo stile ed il karma della vecchia Les Paul, prodotto di punta della casa costruttrice, viene dunque realizzata la "Les Paul Solid Guitar", successivamente rinominata SG (da Solid Guitar).

L'idea di associare al nuovo modello il vecchio nome Les Paul servì per dare una linea di continuità sul nome del famoso chitarrista ideatore della Les Paul. Anche le versioni della SG ricalcarono quelle della madre: venne nel 1961 commercializzata nelle due versioni "Standard" e "Custom", proprio come le versioni della Les Paul. La "Custom" aveva la tastiera in ebano, il corpo in mogano e le rifiniture placcate in oro, e dal '61 al '63 c'era la stessa targhetta di identificazione della Les Paul Custom, cioè senza la dicitura "SG". La "Standard" differiva per la tastiera in palissandro e, inoltre, solo la "Standard" aveva il marchio "Standard" con l'aggiunta della scritta "SG".

Nel 1965 la SG fu sottoposta a un restyling importante. Il battipenna divenne due volte più largo al fine di accogliere tutti i pick-up. Modelli col battipenna originale continuarono a essere prodotti sotto il nome "Vintage". Ancora oggi esiste una linea "Vintage" che riproduce esteticamente le SG originali, con elettronica aggiornata.

Nel 1968 (anno in cui tornò a essere commercializzata la Les Paul) venne introdotto un nuovo modello economico di SG, la "Junior", tuttora in produzione. La "Junior" così come la "Les Paul Junior" era dotata di un unico pick-up tipo "P-90", ovvero "single coil" cioè a bobina singola diversamente dai pick-up PAF "humbucker" adottati dagli altri tipi di SG. I "P-90" erano dotati di una particolare forma che valse loro diversi soprannomi: in Italia "saponette", negli Stati Uniti dogears ("orecchie di cane"). La "Junior" fu dotata inoltre della leva vibrato. Quasi contemporaneamente alla "Junior" fu prodotta la "Special" dotata di due "P-90" e della classica leva vibrato tipo "Vibrola". Anch'essa al pari della "Junior" viene riproposta nella corrente produzione Gibson nella serie "reissues".

 

Endorser:

Fra i chitarristi più famosi che usano o hanno usato la SG si possono citare Jared Leto dei 30 Seconds to Mars, Angus Young degli AC/DC, Tony Iommi dei Black Sabbath, Jimmy Page dei Led Zeppelin, Jimi Hendrix, Richie Sambora dei Bon Jovi, John Frusciante dei Red Hot Chili Peppers, Pete Townshend dei The Who, Robby Krieger dei Doors, Frank Zappa, Frank Marino, John McLaughlin, Lenny Kravitz, Bill Frisell, Evan Dando, Daron Malakian dei System of a Down, Brian Molko dei Placebo, Greg Hetson dei Bad Religion, Mike Oldfield, Carlos Santana, Lily Lazer degli HIM.

Fra gli italiani: Andrea Fornili degli Stadio, Luciano Ligabue, Gianfranco Caliendo del Giardino dei Semplici, Alessandro Lamborghini di Orchestra Spaziale, Federico Zampaglione, Federico Poggipollini, Niccolò Bossini, Aniello Intartaglia, Cristiano Godano dei Marlene Kuntz Pollo dei Sex Machine e Federico bartoli.

16,096 views
69 faves
121 comments
Taken on November 9, 2008
  • 50mm f/1.8
  • ƒ/1.8
  • 50.4 mm
  • 1/50
  • 400
  • Flash (off, did not fire)
  • Show EXIF
This photo is in 39 groups
This photo is in 2 albums
This photo is in 6 galleries

Additional info

  • Viewing this photo Public
  • Safety level of this photo Safe
  • S Search
    Photo navigation
    < > Thumbnail navigation
    Z Zoom
    B Back to context