new icn messageflickr-free-ic3d pan white

Immemori dell'azzurro del cielo

Ascoltate, immemori dell'azzurro del cielo,

irsuti,

come bestie feroci.

Al mondo, forse,

questo ultimo amore

è un'alba vivida come incarnato di un tisico

Scorderò l'anno, la data, il giorno.

Mi chiuderò solo con un foglio di carta.

Avverati, magia sovrumana,

delle parole illuminate di pianto!

 

[Il flauto di vertebre - Vladimir Majakovskij]

 

Spring, we hope.

Con questo sole non si vede niente.

La realtà è che rende tutto così dannatamente bello, così nuovo. L'aria fresca placa gli animi, non rende irsuti come bestie feroci.

Ma passerà questa folata di vento nuovo, torneremo ad essere un branco di ipocriti, continueremo ad abbaiare contro il tempo, a tentare di sentirci utili davanti alla nostra palese impotenza, ma va bene così. Non possiamo farci nulla, è triste però.

La dura realtà. Sveglia. A me piacerebbe non esserlo e credere che vada sempre tutto bene.

609 views
1 fave
6 comments
Taken on April 4, 2011