new icn messageflickr-free-ic3d pan white

SOUNDLAB 9 - MICHELE SALOTTO

SABATO 3 APRILE 2010

 

nella barchessa di Villavarda, Brugnera, PN

dalle 21:00

  

Ascoltarte

piccola mostra di canzoni da guardare

 

Nove artisti locali emergenti scelgono altrettante canzoni e le interpretano alla loro maniera come vere e proprie cover visive. Una piccola mostra collettiva che propone un'eterogenea e spontanea compilation di musica che si guarda.

Ogni lavoro è inoltre accompagnato da un'installazione sonora, a cura dell'artista, che rende possibile l'ascolto del brano selezionato e interpretato.

Esporranno: Valeria Buset, Michela Buttignol, Eleonora Capellesso, Giuseppe Collovati, Sara Pavan, Silvia Pignat, Michele Salotto, Andrea Scodellaro, Enrico Sist.

   

dalle 22:00

Mquestionmark

Lo-Fi / Stoner / Rock (Reggio Emilia)

 

Un quartetto con due bassi che si intrecciano ai groove di una batteria sporca e potente, una voce femminile ed una maschile

invischiate ad un sound che odora di New York ma anche del concime della campagna emiliana.

Si chiamano Mquestionmark, sono sulla bocca di tutti, ed il loro micidiale live show li porterà molto lontano.

Perfette canzoni che giocano sulla velocità. Che non dimenticano mai la leggerezza e che alla prova live dovrebbero definitivamente esplodere in energia purissima.

Rolling Stone Magazine (stelle 4/5)

 

Questo è un progetto al quale nessun paese musicalmente evoluto negherebbe opportunità e visibilità, un quartetto lucido, ispirato e assolutamente padrone dei propri mezzi tecnici ed espressivi. Davvero brillanti.

Rockerilla (8/10)

 

E' tutt'altro che semplice essere semplici, naturali, spontanei e istintivi come il quartetto reggiano. Tra bassi rotolanti (due) rigorosamente suonati col plettro, chitarre distorte moleste e ossessive, cassa in quattro e melodie essenziali

Rumore (stelle 7/10)

 

In "One For All All For One" si evitano con classe facilonerie in levare da dancefloor per nerd marchiati Ray Ban in favore di suoni tesi ed essenziali come non se ne sentivano da un pezzo.

Il Mucchio Selvaggio

 

Un frullato di rock'n'roll al 100%. Più moto che auto. Più surf che piscina. Vitali. Freschi e scavezzacollo.

D- Di Repubblica

 

.. certi groove newyorkesi si snodano lungo molte delle undici tracce del nuovo album One For All, All For One [...] la band di Reggio Emilia si mostra capace di aprire squarci di melodie e inattesi cambi di registro.

Polaroid blog

 

SABATO 3 APRILE 2010

 

nella barchessa di Villavarda, Brugnera, PN

 

dalle 21:00

  

Ascoltarte

piccola mostra di canzoni da guardare

 

Nove artisti locali emergenti scelgono altrettante canzoni e le interpretano alla loro maniera come vere e proprie cover visive. Una piccola mostra collettiva che propone un'eterogenea e spontanea compilation di musica che si guarda.

Ogni lavoro è inoltre accompagnato da un'installazione sonora, a cura dell'artista, che rende possibile l'ascolto del brano selezionato e interpretato.

Esporranno: Valeria Buset, Michela Buttignol, Eleonora Capellesso, Giuseppe Collovati, Sara Pavan, Silvia Pignat, Michele Salotto, Andrea Scodellaro, Enrico Sist.

   

dalle 22:00

Mquestionmark

Lo-Fi / Stoner / Rock (Reggio Emilia)

 

Un quartetto con due bassi che si intrecciano ai groove di una batteria sporca e potente, una voce femminile ed una maschile

invischiate ad un sound che odora di New York ma anche del concime della campagna emiliana.

Si chiamano Mquestionmark, sono sulla bocca di tutti, ed il loro micidiale live show li porterà molto lontano.

Perfette canzoni che giocano sulla velocità. Che non dimenticano mai la leggerezza e che alla prova live dovrebbero definitivamente esplodere in energia purissima.

Rolling Stone Magazine (stelle 4/5)

 

Questo è un progetto al quale nessun paese musicalmente evoluto negherebbe opportunità e visibilità, un quartetto lucido, ispirato e assolutamente padrone dei propri mezzi tecnici ed espressivi. Davvero brillanti.

Rockerilla (8/10)

 

E' tutt'altro che semplice essere semplici, naturali, spontanei e istintivi come il quartetto reggiano. Tra bassi rotolanti (due) rigorosamente suonati col plettro, chitarre distorte moleste e ossessive, cassa in quattro e melodie essenziali

Rumore (stelle 7/10)

 

In "One For All All For One" si evitano con classe facilonerie in levare da dancefloor per nerd marchiati Ray Ban in favore di suoni tesi ed essenziali come non se ne sentivano da un pezzo.

Il Mucchio Selvaggio

 

Un frullato di rock'n'roll al 100%. Più moto che auto. Più surf che piscina. Vitali. Freschi e scavezzacollo.

D- Di Repubblica

 

.. certi groove newyorkesi si snodano lungo molte delle undici tracce del nuovo album One For All, All For One [...] la band di Reggio Emilia si mostra capace di aprire squarci di melodie e inattesi cambi di registro.

Polaroid blog

729 views
0 faves
0 comments
Taken on April 3, 2010