new icn messageflickr-free-ic3d pan white
View allAll Photos Tagged città

Music

 

Credits

 

Bruci la città

E crolli il grattacielo

Rimani tu da solo

Nudo sul mio letto

Bruci la città

O viva nel terrore

Nel giro di due ore

Svanisca tutto quanto

Svanisca tutto il resto

E tutti quei ragazzi come te

Non hanno niente come te

Io non posso che ammirare

Non posso non gridare

Che ti stringo sul mio cuore

Per proteggerti dal male

Che vorrei poter cullare

Il tuo dolore, il tuo dolore

Muoia sotto a un tram

Più o meno tutto il mondo

Esplodano le stelle

Esploda tutto questo

Muoia quello che è altro da noi due

Almeno per un poco

Almeno per errore

E tutti quei ragazzi come te

Non hanno niente come te

Io vorrei darmi da fare

Forse essere migliore

E farti scudo con il mio cuore

Da catastrofi e paure

Io non ho niente da fare

Questo è quello che so fare

Io non posso che adorare

Non posso che leccare

Questo tuo profondo amore

Questo tuo profondo

Ah ah, non posso che adorare

Questo tuo profondo Amore

A smile for a souvenir photo

- Sarzana, via Bertoloni -

m.youtube.com/watch?v=XLzyhVcYBc8

 

Guarda

Guarda là

Guarda

La città

Quante

Cosa che

Sembrano più grandi

Sembrano pesanti

Guarda quante!

Verità

Quante

Tutte qua

Quante!

Quanti che

Corrono felici

Guarda nei prati

Cosa non....farei

Io non voglio correre

E tu, non riderai

Cosa non...darei

Per stare su una nuvola

Oh, oh, oh

 

Grande

La città

Grande

Guarda là

Grandi

Novità

Macchine veloci

Genti più capaci

Guarda...quante

Società quante?!

Non si sa

Oh, oh, oh

Quanti.

Vincono

Altri muoiono

Io non lo so?

Cosa non farei

Io non voglio perdere

Non ridere

Cosa non darei

Per vivere su un'isola

Cosa non farei

Io non voglio correre

E tu non riderai

Cosa non darei

Per vivere una favola

 

(Vasco Rossi - Vivere una Favola)

Relaxing time with little bit of jazz

Expo - Brasilian Pavillion

India- Khajuraho-TempliOccidentali_HDR

Si suppone che la città di Machu Picchu fosse stata costruita dall'imperatore inca Pachacútec intorno all'anno 1440 e sia rimasta abitata fino alla conquista spagnola del 1532. La posizione della città era un segreto militare ben custodito, in quanto i profondi dirupi che la circondano erano la sua migliore difesa naturale. Difatti, una volta abbandonata, la sua ubicazione rimase sconosciuta per ben quattro secoli, entrando nella leggenda.

 

Secondo L' Yi ching il fuoco corrisponde al sud , al rosso , all' estate , al cuore , e quest'ultimo riferimento è costante , sia che il fuoco rappresenti le passioni ( specialmente l'amore e la collera ) , sia che rappresenti lo spirito ( il fuoco dello spirito ), che è anche il soffio e il trigramma li o la conoscenza intuitiva.

 

QUERIDOS AMIGOS LES DESEO UNA SEMANA CALIENTE

  

youtu.be/d455Tz--Y-4

...ritorno sui miei passi

"Quando l’uomo che ha viaggiato a lungo per terreni selvaggi, finalmente giunge alla città che ha cercato nella memoria, la prima cosa che nota, e su cui s’interroga, è un alto muro scrostato, senza porte, al di sopra del quale la cima dei palazzi si staglia contro il cielo. Ha appena il tempo di rendersi conto che l’accesso sarà impossibile, che il suo desiderio è ormai rivolto alle finestre, dietro le quali qualcosa si muove. Allora ricorda che c’è stato un giorno, vissuto in quelle stanze, in cui ha scrutato l’orizzonte al di là di quel muro, in attesa di un viaggiatore che giungendo si perdesse a guardare verso di lui."

Sirad, "Plagiando Calvino", 2010

1 3 4 5 6 7 ••• 79 80