new icn messageflickr-free-ic3d pan white
View allAll Photos Tagged Galleria di arte

ⓒRebecca Bugge, All Rights Reserved

Do not use without permission.

 

At the top of Mori Tower, Roppongi Hills, Tokyo, you will find both a great panoramic view of the city and an art gallery. When we visited they were displaying a collection of various modern, Japanese artists. This piece was painted by Yasuka Goto (後藤 靖香 as it is written in Japanese, with the surname first).

Founded by Queen Teodolinda in the sixth century.It was first built in the twelfth century .Greak Cross.

In the fourteenth century ,The Maestri Camplonesi the present shape to the version 3 aisles .

The beautiful Facade of Matteo da Campione in the late fourteenth century ,is a marble-tone bands where they open the Gallery of columns ,the celling rose and Protyrum. In the left transept of the Cathedral house there is the Chapel of Teodolinda ,lavishly adorned with a series of painting of greatest late Gotic Art ,depicting scenes from the life of Queen Teodolinda .

The altar is kept the Iron Crown with which were crowned the King of Italy .

 

Fondata dalla Regina Teodolinda nel VI sec. ,fu poi ricostruito nel XII sec. a croce Greca.Nel XIV sec, ,i Maestri Campionesi ,la trasformarono nella attuale versione a 3 navate .La splendida facciata è di Matteo da Campione del tardo XIV sec., è a fasce marmoree bicromie dove si aprono la galleria a colonnine ,il Rosone e il Protiro .Nel transetto sinistro della Cattedrale ha sede la cappella di Teodolinda ,sontuosamente ornata con un ciclo pittorico tra i maggiori dell'Arte Tardogotica ,raffiguranti scene della vita della Regina Teodolinda.

Nell'altare è conservata la preziosa Corona Ferrea con cui venivano incoronati i Re d'Italia .

Ambasciate di nuovo aperte nelle rispettive capitali e bandiera cubana issata al dipartimento di Stato americano: dopo 54 anni, Usa e Cuba hanno ufficialmente ristabilito le relazioni diplomatiche, primo segnale del disgelo

DSC0525

“Per me, la macchina fotografica è come un block notes, uno strumento a supporto dell'intuito e della spontaneità, il padrone del momento che, in termini visivi, domanda e decide nello stesso tempo. Per "dare un senso" al mondo, bisogna sentirsi coinvolti in ciò che si inquadra nel mirino. Tale atteggiamento richiede concentrazione, disciplina mentale, sensibilità e un senso della geometria. Solo tramite un utilizzo minimale dei mezzi si può arrivare alla semplicità di espressione”. "Henri Cartier-Bresson" - Mostra "Henri Cartier-Bresson Fotografo" - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea 'Raffaele De Grada' , San Gimignano (Siena)

 

“For me the camera is a sketch book, an instrument of intuition and spontaneity, the master of the instant which, in visual terms, questions and decides simultaneously. In order to "give a meaning" to the world, one has to feel oneself involved in what one frames through the viewfinder. This attitude requires concentration, a discipline of the mind, sensitivity, and a sense of geometry. Only through a minimal use of the means we can arrive at the simplicity of expression ". "Henri Cartier-Bresson" - Exposure "Henri Cartier-Bresson Photographer" - Modern and Contemporary Art Gallery 'Raffaele De Grada', San Gimignano (Siena)

Importante luogo della storia di Francia, il castello di Fontainebleau è stata una delle dimore dei sovrani francesi da Francesco I , che ne fece la sua dimora preferita, fino a Napoleone III. Molti re hanno lasciato la loro impronta nella costruzione e nella storia del castello, che è così un testimone delle differenti fasi della storia di Francia dal Medioevo in poi.

La Galleria di Francesco I è un ambiente monumentale del Castello di Fontainebleau decorato su progetto di Rosso Fiorentino da un team di artisti tra cui Francesco Primaticcio, Luca Penni e Léonard Thiry tra il 1532 e il 1539 circa. Sebbene compromessa da restauri e modifiche successive, rappresenta il primo esempio superstite di arte manierista in Francia .

E’ facile lasciarsi trasportare dall’atmosfera, impossibile non restare stupiti di fronte all’opulenza e all’eleganza delle stanze e dei decori interni del castello …

  

_DSC2185

Il Lago del Turano è un lago creato artificialmente ai margini della conca Reatina, nel Lazio.

A 536 m sul livello del mare, il Lago del Turano è un grande bacino idroelettrico realizzato sul fiume omonimo con la costruzione della Diga del Turano, nel 1939, nei pressi dell'abitato di Posticciola e di Stipes.

Lungo una decina di chilometri e con un perimetro di circa 36 km, è collegato al Lago del Salto da una galleria lunga 9 km e insieme a questo alimenta la centrale idroelettrica di Cotilia, parte del Nucleo Idroelettrico di Terni di E.ON, che rilascia poi le acque nel Velino a monte sia della città di Rieti che della confluenza dei fiumi Salto e Turano che nel loro corso naturale si immettono nel Velino, il primo subito prima dell'abitato di Rieti e il secondo a valle di Rieti nella Piana Reatina.

 

Lake Turano is an artificially created lake at the edge of the valley of Rieti, Italy.

At 536 m above sea level, Lake Turano is a great hydroelectric reservoir built on the river itself with the construction of the dam Turano, in 1939, near the village of Posticciola and Stipes.

Long a dozen kilometers and with a perimeter of about 36 km, is connected to the Lago del Salto by a 9 km long tunnel and along with that feeds the Cotilia hydropower plant, part of the Hydroelectric Unit of Terni E.ON, which releases then the waters in Velino upstream of both the city of Rieti to the confluence of the rivers Salto and Turano that in their natural course flow into the Velino, the first just before the town of Rieti and the second in the valley of Rieti in Rieti plain.

 

Canon EOS

Canon EF-S 17-85mm Is Usm

 

© All rights reserved. Using this photo without my permission is illegal.

© Le immagini contengono filigrana digitale per il copyright e l’autenticazione

© E’ vietata ogni riproduzione e/o utilizzo della/e stessa/e previo specifico accordo con l’autore che ne detiene tutti i diritti e si riserva di poter concederne uso in licenza secondo norme vigenti.

© MR PhotoArt - www.mikerphotoart.wix.com/book

© Fb www.facebook.com/MicheleRallo.Fotografia

© YouPic www.youpic.com/photographer/michelemikerallo

© VivereD’Arte Store - www.viveredarte.it/profile/mrphotoart

© Instagram – “mrphotoart”

© 500px - www.500px.com/MikeRPhotoArt

© Tumblr – www.mikerphotographer.tumblr.com

© Find me on Google+! „MR PhotoArt“

© Twitter @MikeR_Ph79

© Skype michele.rallo79

I "Mutevole" di Elisabetta Mastro

 

Mutevole è una galleria d'arte a cielo aperto.

Fatevi trascinare dalle molteplici emozioni della vita.

L'opera è composta da venticinque stati d'animo, scegliete quello che più riflette la vostra giornata o il momento attuale... perchè sarà Mutevole

 

I "Mutevole" di Elisabetta Mastro

 

Mutabile is an open-air art gallery.

Let yourself be carried away by the multiple emotions of life.

The work is composed of twenty-five moods, choose the one that most reflects your day or the current moment ... because it will be mutable

 

I "Mutevole" di Elisabetta Mastro

 

Mutevole è una galleria d'arte a cielo aperto.

Fatevi trascinare dalle molteplici emozioni della vita.

L'opera è composta da venticinque stati d'animo, scegliete quello che più riflette la vostra giornata o il momento attuale... perchè sarà Mutevole

 

I "Mutevole" di Elisabetta Mastro

 

Mutabile is an open-air art gallery.

Let yourself be carried away by the multiple emotions of life.

The work is composed of twenty-five moods, choose the one that most reflects your day or the current moment ... because it will be mutable

  

Rome : Quirinale Palace and view of Rome

Gaspar Van Vittel

Galleria dell'Arte Antica di Palazzo Barberini

 

Il palazzo che dà il nome allo slargo fu iniziato da Martino Longhi il Vecchio (1573-77 ) e continuato da Ottaviano Mascherino ( 1578-85 ) .

Eretto sul luogo della quattrocentesca villa del cardinale Carafa e poi del cardinale Ippolito d'Este come residenza estiva dei papi ,fu ingrandito da Domenico Fontana ,Flaminio Ponzio ,Cesare Maderno e G.Lorenzo Bernini .. Sotto Papa Alessandro VII ,Pietro da Cortona eseguì le decorazioni pittoriche ,Papa Clemente XII completò l'edificio e Papa Benedetto XIV ne arricchì i giardini .A partire da Papa Clemente VIII (1592 ) fu sede papale fino al 1870 ,quando divenne la Reggia dei Savoia che trasformarono lo spirito severo degli ambienti nell'ala E verso il Giardino per renderlo più rappresentativo .Dal 1947 infine è la residenza del Presidente della Repubblica Italiana . La facciata eretta da D.Fontana per Papa Sisto V ( 1589 ) nelle austere forme del Tardo-Rinascimento ,è a 2 piani con finestre piattabanda e timpano ed è animata dal portale del Maderno (1615 ) con colonne sorreggenti un ricco timpano , su cui sono le 2 statue di S.Pietro ( Maderno ) e S.Paolo (Berthelot ) . Al di sopra è la loggia delle benedizioni (1638) del Bernini .( al centro Madonna con Bambino di P.Fenucci( 1635 ).Il torrione circolare ,pure del Bernini( 1626 ) ,movimenta la compatta facciata sulla sinistra .Da questo luogo si gode un bellissimo panorama di Roma .

 

The palace that gives its name to the open space was started by the architect M.Longhi il Vecchio ( 1573-77), continued by O.Mascherino ( 1578-85 ). Built on the site the fifteenth century villa of the cardinal Carafa and later of cardinal Ippolito d'Este ,as a summer residence the popes ,it was enlarged by the architects Domenico Fontana ,Flaminio Ponzio ,Carlo Maderno and G.Lorenzo Bernini .Under pope Alexander VII ,Pietro da Cortona executed the pictorial decorations ,pope Clement XII completed the building and pope Benedict XIV enriched its gardens .Beggining with pope Clement VIII ( 1592 ) it was the papal seat until 1870 when it became the Royal Palace of Savoy ,with transformed the severe spirit of the rooms in the wing E toward the garden to make it more representative .Finally since 1947 ,il is the residence of the President of the Italian Republic .

The façade erected by D.Fontana for pope Sixtus V ( 1589 ) in the austere forms of the late Renaissance ,is 2 storeys with flatted and timpanum windows and is animated by the portal of Maderno ( 1615 ) with columns supporting a rich tympanum ,on wich are the statues of St.Peter ( Maderno ) and St.Paul ( Brthelot ) .Above is the loggia of blessing ( 1638 ) by Bernini . At the center Madonna with Child by P.Fenucci ( 1635 ) . It circular tower ,also by Bernini ( 1626 ) enlivens the compact façade on the left . From this place you can enjoy a beautiful view of Rome .

 

I "Mutevole" di Elisabetta Mastro

 

Mutevole è una galleria d'arte a cielo aperto.

Fatevi trascinare dalle molteplici emozioni della vita.

L'opera è composta da venticinque stati d'animo, scegliete quello che più riflette la vostra giornata o il momento attuale... perchè sarà Mutevole

 

I "Mutevole" di Elisabetta Mastro

 

Mutabile is an open-air art gallery.

Let yourself be carried away by the multiple emotions of life.

The work is composed of twenty-five moods, choose the one that most reflects your day or the current moment ... because it will be mutable

   

L'interno è caratterizzato da sontuose decorazioni in oro; nel settore superiore è un matronaeum arcade con colonne blu e dorate. Ospita anche una grande galleria di opere d'arte tra la fine del 15 e l'inizio del 19 ° secolo, eseguite dai principali artisti che lavorano a Lodi. Vi sono quattro pannelli di Bergognone, tra cui un'Annunciazione e una Presentazione al Tempio, che riproducono l'interno della chiesa dell'epoca. Il Polittico Berinzaghi e l'Incoronazione della Vergine sono dei fratelli Martino e Albertino Piazza. Infine, Callisto Piazza e Stefano Maria Legnani hanno eseguito qui alcuni dei suoi più grandi lavori.

 

The interior is characterized by sumptuous decorations in gold; in the upper sector is an arcaded matronaeum with blue and golden columns. It also houses a large gallery of artworks from the late 15th to the early 19th century, executed by the major artists working in Lodi. There are four panels by Bergognone, including an Annunciation and a Presentation at the Temple, reproducing the church's interior of the time. The Berinzaghi Polyptych and an Incoronation of the Virgin are by brothers Martino and Albertino Piazza. Finally, Callisto Piazza and Stefano Maria Legnani executed here some of his greatest works.

 

Giovanni Segantini (Arco, 15 January 1858 - Schafberg mountain, 28 September 1899) - Savognino in winter (1890) - Oil on canvas 35 x 40 cm. - Exhibition Divisionism The revolution of light - Novara Castle

 

Il Divisionismo nasce a Milano, sulla stessa premessa del Neo-Impressionnisme francese, meglio noto come Pointillisme, senza tuttavia che si possa parlare di influenza diretta. Muove dall’idea che lo studio dei trattati d’ottica, che hanno rivoluzionato il concetto di colore, debba determinare la tecnica del pittore moderno. Si sviluppa nel Nord d’Italia, grazie soprattutto al sostegno di Vittore Grubicy de Dragon, mercante d’arte, critico, pubblicista e a sua volta pittore, che con il fratello Alberto gestisce a partire del 1876 una galleria d’arte a Milano. E’ Vittore a diffondere tra i pittori della sua scuderia il principio della sostituzione della miscela chimica dei colori tradizionalmente ottenuta sulla tavolozza, con un approccio diretto all’accostamento dei toni complementari sulla tela. Da dato chimico, il colore diventa fenomeno ottico e alla dovuta distanza l’occhio dello spettatore può ricomporre le pennellate staccate in una sintesi tonale, percependo una maggior luminosità nel dipinto.

 

Divisionism was born in Milan, on the same premise as the French Neo-Impressionnisme, better known as Pointillisme, without however being able to speak of direct influence. It starts from the idea that the study of optical treatises, which have revolutionized the concept of color, should determine the technique of the modern painter. It develops in Northern Italy, thanks above all to the support of Vittore Grubicy de Dragon, art dealer, critic, publicist and in turn painter, who with his brother Alberto has been managing an art gallery in Milan since 1876. Vittore spreads the principle of replacing the chemical mixture of colors traditionally obtained on the palette among the painters in his stable, with a direct approach to the combination of complementary tones on the canvas. From chemical data, the color becomes an optical phenomenon and at the necessary distance the viewer's eye can recompose the detached brush strokes in a tonal synthesis, perceiving a greater brightness in the painting.

La Galleria d'Arte Moderna Empedocle Restivo è un museo civico d'arte moderna ubicato in via Sant'Anna, nel quartiere Kalsa del centro storico di Palermo!

Il complesso museale è formato da due edifici uniti in epoca storica: l'ex convento francescano della Chiesa di Sant'Anna la Misericordia, di stile barocco, e l'attiguo gotico catalano Palazzo Bonet (Wikipedia)

it.wikipedia.org/wiki/Galleria_d%27arte_moderna_Sant%27Anna

 

Grazie a tutti per la vostra gentilezza! Un saluto

.

.

  

Clicca su . . . L . . . Grazie !

 

Su sfondo nero è meglio !

.

 

©Giuli@naCastellengo

 

| Facebook |

.

 

Un grazie di cuore a tutti i visitatori della mia galleria fotografica!

Please don't use this image on websites, blogs or other media without my explicit permission.

 

© All rights reserved

.

.

 

Camillo Innocenti (Rome, 14 June 1871 - Rome, 4 January 1961) - toilet (1909 - 1910) - olio on canvas 61 x 75 cm - Ricci Oddi Modern Art Gallery, Piacenza

 

Innocenti nasce a Roma nel 1871. Il padre Augusto, un agiato architetto, lo indirizza agli studi classici ma sin dal 1895 comincia ad avvicinarsi al mondo dell'arte posando come paggio per Lodovico Seitz, un epigono dei Nazareni, che stava decorando la Galleria dei Candelabri in Vaticano. Tre anni dopo vince il pensionato nazionale ed è ammesso all'Istituto di Belle Arti di Roma, dedicandosi con passione alla pittura. Subisce l'influenza prima di Domenico Morelli, poi di Francesco Paolo Michetti ed infine di Antonio Mancini con cui strinse una profonda amicizia. Nel 1901 è in Spagna dove studia la pittura di Goya e Velazquez, completando la propria maturazione artistica sia copiando le opere di questi grandi maestri sia ritraendo dal vero scene popolari e paesaggi accecati dal sole. In seguito soggiorna in Germania, Francia, Olanda ed Inghilterra affinando sempre di più la propria sensibilità. Tornato in Italia nel 1903 sperimenta prima la tecnica divisionista e poi entra nel gruppo dei "XXV", si dedica ai paesaggi di Scanno e Roccaraso e alla Sardegna, nonché le Paludi pontine e i suoi abitanti, con un linguaggio ormai personale e completamente affrancato da tutte le suggestioni precedenti. Dipinge anche interni, con luce soffusa, e figure femminili, sorprese con malizia e grazia in atteggiamenti intimi, con un segno rapido e nervoso, tendendo al liberty e al dannunzianesimo per quell'armonia raffinata di tinte tenere e di bianchi sfumati con cui si esprimeva. In questo periodo è nominato Accademico di San Luca. Dopo la prima guerra lavora come scenografo per il Cinema ("Redenzione", "Cirano", "I promessi sposi", "Ben Hur") e nel 1925 è al Cairo a dirigere la Scuola di Belle Arti. Torna a Roma nel 1940 e, ormai dimenticato dal pubblico e dai critici, a causa della lunga assenza dalla vita artistica europea, finisce i suoi giorni in povertà.

Espone alla Biennale di Venezia del 1905 ("Contadini di Scanno" e "Sui monti") ed a quella del 1909, dove gli viene allestita una personale, si presenta con venti opere (tra cui "In Sardegna ", "In giardino" e "Allo specchio"). E' presente alla Il Biennale Romana ("Donne arabe") ed alla VII Quadriennale Romana del 1956 ("A fontana di Trevi"). Muore a Roma nel 1961.

 

Innocenti born in Rome in 1871. His father Augusto, a wealthy architect, directed him to classical studies but since 1895 he began to approach the world of art by posing as page for Lodovico Seitz, an epigone of the Nazarenes, who was decorating the Galleria dei Candelabra in the Vatican. Three years later he won the national pensioner and was admitted to the Institute of Fine Arts in Rome, dedicating himself with passion to painting. It was influenced first by Domenico Morelli, then by Francesco Paolo Michetti and finally by Antonio Mancini with whom he made a deep friendship. In 1901 he was in Spain where he studied the painting of Goya and Velazquez, completing his artistic maturation both copying the works of these great masters and portraying popular scenes and landscapes blinded by the sun. Later on, he stayed in Germany, France, Holland and England, refining his sensitivity more and more. Returning to Italy in 1903, he first experimented with the Divisionist technique and then joined the group of "XXV", devoted himself to the landscapes of Scanno and Roccaraso and to Sardinia, as well as the Pontine Marshes and its inhabitants, with a language that was now personal and completely freed from all the previous suggestions. He also paints interiors, with soft light, and female figures, surprised with malice and grace in intimate attitudes, with a rapid and nervous sign, tending towards liberty and D'Annunzianism for that refined harmony of tender hues and shaded whites with which he expressed himself . In this period he was appointed Academician of San Luca. After the first war he worked as a scenographer for the Cinema ("Redemption", "Cirano", "I promessi sposi", "Ben Hur") and in 1925 he was in Cairo to direct the School of Fine Arts. He returned to Rome in 1940 and , now forgotten by the public and critics, due to the long absence from European artistic life, he ends his days in poverty.

He exhibited at the Venice Biennale of 1905 ("Contadini di Scanno" and "Sui monti") and at that of 1909, where a personal exhibition was set up, he presented himself with twenty works (including "In Sardinia", "In the garden" and "At the mirror"). He is present at the Roman Biennial ("Arab women") and the VII Roman Quadrennial of 1956 ("A Trevi Fountain"). He died in Rome in 1961.

Si inaugura alla Galleria Ferrari una nuova mostra fotografica, che continua il tema di altre prestigiose esposizioni che la Galleria ha dedicato al rapporto tra Ferrari e l’Arte. Nello spazio riservato alle mostre tematiche saranno esposte le opere di Günther Raupp, fotografo ufficiale dei calendari Ferrari, realizzate in 25 anni di attività.

 

..........mi riprometto di andarci quanto prima!!!!

 

Bye bye a tutti!!

  

Sergiev Posad : Cathedral of the Holy Trinity

 

Italiano : Si trova davanti al Palazzo del Metropolita ,la chiesa più importante del Monastero .Costruita dal Metropolita Nikon nel 1422-23 sul luogo della prima chiesa in legno ,è un serrato edificio ,con una sola cupola su un altissimo tamburo ,reso asimmetrico dall'elegante cappella di St. Nikon ,del 1548 (sul lato sinistro guardando la foto ) .La chiesa ha una forma tipica dell'epoca pretartara ,tuttavia sopra gli " Zakomary " carenati che coronano i muri è posta una fila di " Kokosniki " . Questo artificio architettonico ,nuovo per l'epoca , venne poi imitato per alcuni secoli in innumerevoli chiese .

L'Interno è preceduto da un nartece ,è interessante per le volte e gli archi ogivali ,che richiamano l'architettura Serba e per le finestre a fessura che , filtrando poca luce ,invitano al raccoglimento .Gli affreschi più antichi ,di cui non sono rimasti che alcuni frammenti , vennero eseguiti dal maggiore pittore Russo dell'epoca ,Andrej Rublev ,in collaborazione con Daniil Cernyj . L'Iconostasi ,raffinato lavoro di oreficeria del 1426-27 ,racchiude 42 icone ,in gran parte opera di Rublev ( alcune sono copie ,tra cui quella celeberrima della Trinità , conservata alla Galleria Tret'jakov di Mosca ) . La cattedrale fu una delle più antiche chiese in Russia ad avere un'Iconostasi . Con la sua perfetta armonia di immagine ,colori e significato Teologico ,la Trinità di Rublev ,posta a destra della porta ,è considerata il capolavoro dell'arte antico-Russa ed è l'unica opera di attribuzione certa .Questo è dovuta al fatto che manca completamente nell'arte antico-Russa il concetto di opera d'autore . L'artista infatti non firmava le sue opere e il soggetto iconografico veniva ripetuto e copiato da altri .La chiesa conserva anche la magnifica urna di S.Sergio ,in argento ,davanti alla quale sfilano incessanti i fedeli .

 

English : It is located in front of the Metropolis Palace and is the most important church of the Monastery . Built by the Metropolitan Nikon in 1422-23 , on the site of the first wooden church ,is a close building with one dome on a very high drum ,rendered asymmetrical from the elegant chapel of St. Nikon of 1548 ( on the left side ) .The church has a typical shape of the epoch ,but over the " Zakomary " careened that crowning the walls is placed a row of "kokosniki " . This new architectural artifice for the era , was than imitated for several centuries in countless churches.

The interior is preceded by a narthex ,it is interesting for the vaults and the ogival arches ,with recall the Serb Architecture

and the slit windows that filter low light ,invite the gathering . The oldest frescoes of which no fragments were left were performed by the greatest Russian painter of the time , Andrej Rublev , in collaboration with Daniil Cernyj..

The Iconostasis ,refined Jewellery work of 1425-27 , contains 42 icons ,mostly Rublev's work ( some are copies ,including the famous one of the Trinity ,whose original is preserved at the Tret'jakov Gallery in Moscow . The Cathedral was one of the oldest churches in Russia to have an iconostasis .

With its perfect harmony of image ,color and theological significance ,the Trinity of Rublev, placed on the right side ,

of the door ,is considered the masterpiece of ancient -Russian art and is the only work of certain attribution . The difficulty of attribution is due to the fact that

the concept of author ship is completely missing in ancient Russian Art . The artist did not sign his work ,and the iconographic subject was repeated and copied by others .

The church also retains the magnificent urn of St.Serge ,in silver ,before which the crowd on the faithful march past .

Giovanni Segantini (Arco, 15 January 1858 - Mount Schafberg, 28 September 1899) - Ave Maria on the mountains (1890) - drawing on paper, hard and colored pencils 38 x 59 cm. - Exhibition Divisionism The revolution of light - Novara Castle

 

Il Divisionismo nasce a Milano, sulla stessa premessa del Neo-Impressionnisme francese, meglio noto come Pointillisme, senza tuttavia che si possa parlare di influenza diretta. Muove dall’idea che lo studio dei trattati d’ottica, che hanno rivoluzionato il concetto di colore, debba determinare la tecnica del pittore moderno. Si sviluppa nel Nord d’Italia, grazie soprattutto al sostegno di Vittore Grubicy de Dragon, mercante d’arte, critico, pubblicista e a sua volta pittore, che con il fratello Alberto gestisce a partire del 1876 una galleria d’arte a Milano. E’ Vittore a diffondere tra i pittori della sua scuderia il principio della sostituzione della miscela chimica dei colori tradizionalmente ottenuta sulla tavolozza, con un approccio diretto all’accostamento dei toni complementari sulla tela. Da dato chimico, il colore diventa fenomeno ottico e alla dovuta distanza l’occhio dello spettatore può ricomporre le pennellate staccate in una sintesi tonale, percependo una maggior luminosità nel dipinto.

 

Divisionism was born in Milan, on the same premise as the French Neo-Impressionnisme, better known as Pointillisme, without however being able to speak of direct influence. It starts from the idea that the study of optical treatises, which have revolutionized the concept of color, should determine the technique of the modern painter. It develops in Northern Italy, thanks above all to the support of Vittore Grubicy de Dragon, art dealer, critic, publicist and in turn painter, who with his brother Alberto has been managing an art gallery in Milan since 1876. Vittore spreads the principle of replacing the chemical mixture of colors traditionally obtained on the palette among the painters in his stable, with a direct approach to the combination of complementary tones on the canvas. From chemical data, the color becomes an optical phenomenon and at the necessary distance the viewer's eye can recompose the detached brush strokes in a tonal synthesis, perceiving a greater brightness in the painting.

Stick My Pop - Tribute to Keith Haring curated by Stelleconfuse

 

[EN]

 

At the same time with the twin expo “20keiTH” curated by Omino71 (from the 11 September at the Art Gallery Ex Roma Club Mounti in Via Baccina 66, Roma) and in continuity with the expo “Stick On Haring!” curated by Stelleconfuse (Firenze, 26 june - www.flickr.com/groups/stick_on_haring/ ).

“Stick My Pop” Celebrates the American artist, greater brother of the street art, with a collection of homages realized from the street artists of all the world. For more info (and eventual candidacies to participate) to send a email: stelleconfuse@hotmail.it

 

[IT]

 

Stick My Pop - Tribute to Keith Haring a cura di Stelleconfuse

 

In contemporanea con l’esposizione gemellata "20keiTH! a cura di Omino71 (dall’11 settembre alla Galleria d’arte Ex Roma Club Monti di via Baccina 66, Roma) e in continuità con l’evento "Stick On Haring!" (Firenze, 26 giugno - www.flickr.com/groups/stick_on_haring/).

"Stick My Pop" celebra l’artista americano, fratello maggiore della street art, con una raccolta di tributi realizzati da street artist di tutto il mondo. Per maggiori informazioni (e per eventuali candidature a partecipare) inviare una email a: stelleconfuse@hotmail.it

L'interno è caratterizzato da sontuose decorazioni in oro; nel settore superiore è un matronaeum arcade con colonne blu e dorate. Ospita anche una grande galleria di opere d'arte tra la fine del 15 e l'inizio del 19 ° secolo, eseguite dai principali artisti che lavorano a Lodi. Vi sono quattro pannelli di Bergognone, tra cui un'Annunciazione e una Presentazione al Tempio, che riproducono l'interno della chiesa dell'epoca. Il Polittico Berinzaghi e l'Incoronazione della Vergine sono dei fratelli Martino e Albertino Piazza. Infine, Callisto Piazza e Stefano Maria Legnani hanno eseguito qui alcuni dei suoi più grandi lavori.

 

The interior is characterized by sumptuous decorations in gold; in the upper sector is an arcaded matronaeum with blue and golden columns. It also houses a large gallery of artworks from the late 15th to the early 19th century, executed by the major artists working in Lodi. There are four panels by Bergognone, including an Annunciation and a Presentation at the Temple, reproducing the church's interior of the time. The Berinzaghi Polyptych and an Incoronation of the Virgin are by brothers Martino and Albertino Piazza. Finally, Callisto Piazza and Stefano Maria Legnani executed here some of his greatest works.

L'interno è caratterizzato da sontuose decorazioni in oro; nel settore superiore è un matronaeum arcade con colonne blu e dorate. Ospita anche una grande galleria di opere d'arte tra la fine del 15 e l'inizio del 19 ° secolo, eseguite dai principali artisti che lavorano a Lodi. Vi sono quattro pannelli di Bergognone, tra cui un'Annunciazione e una Presentazione al Tempio, che riproducono l'interno della chiesa dell'epoca. Il Polittico Berinzaghi e l'Incoronazione della Vergine sono dei fratelli Martino e Albertino Piazza. Infine, Callisto Piazza e Stefano Maria Legnani hanno eseguito qui alcuni dei suoi più grandi lavori.

 

The interior is characterized by sumptuous decorations in gold; in the upper sector is an arcaded matronaeum with blue and golden columns. It also houses a large gallery of artworks from the late 15th to the early 19th century, executed by the major artists working in Lodi. There are four panels by Bergognone, including an Annunciation and a Presentation at the Temple, reproducing the church's interior of the time. The Berinzaghi Polyptych and an Incoronation of the Virgin are by brothers Martino and Albertino Piazza. Finally, Callisto Piazza and Stefano Maria Legnani executed here some of his greatest works.

 

.

  

Clicca su . . . L . . . Grazie !

 

Su sfondo nero è meglio !

.

 

©Giuli@naCastellengo

 

| Facebook |

.

 

Un grazie di cuore a tutti i visitatori della mia galleria fotografica!

Please don't use this image on websites, blogs or other media without my explicit permission.

 

© All rights reserved

.

.

 

Gaetano Previati (Ferrara, 31 August 1852 - Lavagna, 21 June 1920) - Haschisch; opium smokers (1887) - Oil on canvas 80 x 150 cm - Ricci Oddi Modern Art Gallery, Piacenza

 

Sculptures at the Galleria Nazionale d'Arte Moderna by Lilliana Moro dated 2005. The large painting in the background is "La battaglia di Dogali" by Michele Cammarano and dated 1896. On the side wall is a 1959 painting "Scontro di Situazioni n.4" by Emilio Vedova.

Svezia, Stoccolma, Stazione della metropolitana di Solna Centrum, Autunno 2016

 

Sotto la capitale svedese si trova un'intricata rete di linee ferroviarie sotterranee. Più di 90 delle 100 stazioni in un sistema di tunnel lungo 110 chilometri, a volte indicato come “galleria d'arte più lunga del mondo”, sono state decorate con dipinti, installazioni, mosaici e sculture di 150 artisti dal 1950. A Solna Centrum, il cielo notturno rosso sangue di questa stazione simile ad una caverna si trova in netto contrasto con un bosco di abeti rossi in che si estende per quasi 1 km lungo le pareti. Dipinto da Anders Åberg e Karl-Olav Bjork nel 1975, questo paesaggio quasi demoniaco è diventato di una delle immagini più iconiche della metropolitana di Stoccolma, una dichiarazione contro lo spopolamento rurale e la deforestazione che avveniva in Svezia in quel momento.

 

Beneath the Swedish capital lies an intricate web of underground train lines. More than 90 of the 100 stations in the 110km tunnel system, sometimes referred to as “the world’s longest art gallery”, have been decorated with paintings, installations, mosaics and sculptures by 150 artists since the 1950s. At Solna Centrum, the blood-red night sky daubed across the roof of this cave-like station contrasts sharply with a spruce forest running for almost 1km along the walls. Painted by Anders Åberg and Karl-Olav Bjork in 1975, this almost demonic landscape has become of one the most iconic images of the Stockholm metro, a social statement against the rural depopulation and deforestation taking place in Sweden at the time.

 

Italo Cremona (Cozzo Lomellina 1905. Turin 1979) - Model (study for portrait) (1939) - oil on wood - GAM Gallery of Modern Art in Turin

L'interno è caratterizzato da sontuose decorazioni in oro; nel settore superiore è un matronaeum arcade con colonne blu e dorate. Ospita anche una grande galleria di opere d'arte tra la fine del 15 e l'inizio del 19 ° secolo, eseguite dai principali artisti che lavorano a Lodi. Vi sono quattro pannelli di Bergognone, tra cui un'Annunciazione e una Presentazione al Tempio, che riproducono l'interno della chiesa dell'epoca. Il Polittico Berinzaghi e l'Incoronazione della Vergine sono dei fratelli Martino e Albertino Piazza. Infine, Callisto Piazza e Stefano Maria Legnani hanno eseguito qui alcuni dei suoi più grandi lavori.

 

The interior is characterized by sumptuous decorations in gold; in the upper sector is an arcaded matronaeum with blue and golden columns. It also houses a large gallery of artworks from the late 15th to the early 19th century, executed by the major artists working in Lodi. There are four panels by Bergognone, including an Annunciation and a Presentation at the Temple, reproducing the church's interior of the time. The Berinzaghi Polyptych and an Incoronation of the Virgin are by brothers Martino and Albertino Piazza. Finally, Callisto Piazza and Stefano Maria Legnani executed here some of his greatest works.

 

Italia - Florencia - Galería Uffizi

 

ENGLISH

 

The Uffizi Gallery is a prominent art museum located adjacent to the Piazza della Signoria in the Historic Centre of Florence in the region of Tuscany, Italy. One of the most important Italian museums and the most visited, it is also one of the largest and best known in the world and holds a collection of priceless works, particularly from the period of the Italian Renaissance.

 

After the ruling house of Medici died out, their art collections were gifted to the city of Florence under the famous Patto di famiglia negotiated by Anna Maria Luisa, the last Medici heiress. The Uffizi is one of the first modern museums. The gallery had been open to visitors by request since the sixteenth century, and in 1765 it was officially opened to the public, formally becoming a museum in 1865.

 

Today, the Uffizi is one of the most popular tourist attractions of Florence and one of the most visited art museums in the world.

 

The building of Uffizi complex was begun by Giorgio Vasari in 1560 for Cosimo I de' Medici so as to accommodate the offices of the Florentine magistrates, hence the name uffizi, "offices". The construction was later continued by Alfonso Parigi and Bernardo Buontalenti; it was completed in 1581. The top floor was made into a gallery for the family and their guests and included their collection of Roman sculptures.

 

The cortile (internal courtyard) is so long, narrow and open to the Arno at its far end through a Doric screen that articulates the space without blocking it, that architectural historians[8] treat it as the first regularized streetscape of Europe. Vasari, a painter and architect as well, emphasised its perspective length by adorning it with the matching facades' continuous roof cornices, and unbroken cornices between storeys, as well as the three continuous steps on which the palace-fronts stand. The niches in the piers that alternate with columns of the Loggiato filled with sculptures of famous artists in the 19th century.

 

The Uffizi brought together under one roof the administrative offices and the Archivio di Stato, the state archive. The project was intended to display prime art works of the Medici collections on the piano nobile; the plan was carried out by his son, Grand Duke Francesco I. He commissioned the architect Buontalenti to design the Tribuna degli Uffizi that would display a series of masterpieces in one room, including jewels; it became a highly influential attraction of a Grand Tour. The octagonal room was completed in 1584.

 

Over the years, more sections of the palace were recruited to exhibit paintings and sculpture collected or commissioned by the Medici. For many years, 45 to 50 rooms were used to display paintings from the 13th to 18th century.

 

************

 

ESPAÑOL

 

La Galería Uffizi es un palacio y museo en Florencia que contiene una de las más antiguas y famosas colecciones de arte del mundo, siendo la pinacoteca más frecuentada de Italia.

 

La construcción del palacio de los Uffizi fue comenzada en 1560 por Giorgio Vasari, siguiendo órdenes de Cosme I de Médici. Su finalidad inicial era albergar las oficinas de las magistraturas florentinas, una vez que quedó pequeño el Palazzo Vecchio. De esta función deriva su nombre de «Galería de las Oficinas». Las obras terminaron en 1581. Durante años, partes del palacio sirvieron para almacenar las piezas de arte de la magnífica colección de la familia Médici.

 

Ante la extinción de la dinastía Médici en el siglo XVIII, las obras de arte corrieron el riesgo de ser transferidas a Viena, ya que el ducado de Florencia pasó a ser dominio austríaco. Sin embargo, la última duquesa Ana María había decretado la permanencia de la colección en Florencia al donárselas en su testamento al pueblo de Florencia, siendo el embrión de unos de los primeros museos modernos del mundo. La galería era abierta a los visitantes que lo solicitaban durante el siglo XVI y en 1765 abrió oficialmente al público como museo.

 

Museo Nazionale Romano.

Afrodite, I sec. a.C.

'Dea greca della bellezza e dell'amore.

L'elaborazione del mito di Afrodite in ambiente greco s'incentrò sull'idea dell'amore, inteso però non come sentimento, ma come forza naturale di cui il sentimento amoroso non sarebbe che un sintomo.

L’arte antica la raffigurò nelle più varie specie. Il tipo originario orientale e fenicio era nudo, mentre nell’arte arcaica greca appare

panneggiato fino a tutto il 5° sec. a.C.'

The West Front Gallery in Monumental Cemetery of Staglieno, Genoa - Italy

----------------------------------------

La Galleria Frontale Ovest del Cimitero Monumentale di Genova

---------------------------------------

you can see my other images of the following cemeteries

San Salvatore dei Fieschi

Testana

Zoagli

Sori

Staglieno, Genoa

Milano

Castagna, Genoa

and special set:

Hands in the funerary sculpture

-----------------------------------------------------------------------------

Please don't use this image on websites, blogs or other media without my explicit permission. © All rights reserved

 

12112017 19:32

 

Aos meus amigos e aos amantes da Fotografia que, com a sua Arte, ajudam à compreensão e aproximação entre culturas e povos eu desejo Festas Felizes e que 2020 continue a contar com o vosso contributo fotográfico e a vossa sensibilidade para que, assim, ajudemos a fortalecer a consciência colectiva da premente necessidade de preservar o planeta Terra, nossa casa comum, de proteger todas as suas formas de vida e de fazer dele um lugar mais feliz para se viver!

Para todos vós, os meus melhores desejos!

 

António José Rocha

Dezembro 2019

  

For the lovers of Photography from all continents, especially for those I have already became friend, who have visited my gallery, shared my photographs and left comments that have helped me to evolve technically and try new experimentalisms, I wish Happy Holidays and a Year of 2018 with health, happiness and personal successes!

I beleive that in this space of art, beauty and sensitivity, where all perspectives of the same reality fit, the love of Photography that unites us all will also contribute to making the world a better place to live and to strengthen awareness of how necessary and urgent it is the preservation of this beautiful planet, the Earth, common house of us all!

My deepest thanks to you all! To all of you my best wishes!

 

Pour les amoureux de la photographie de tous les continents, en particulier pour ceux qui ont déjà devenu mes amis, qui ont visité ma galerie, partagé mes photos et laissé des commentaires qui m'ont aidé à évoluer techniquement et à essayer de nouveaux expérimentalismes, je souhaite de joyeuses fêtes et une année de 2018 avec santé, bonheur et succès personnels!

Dans cet espace d'art, de beauté et de sensibilité, où se rejoignent toutes les perspectives d'une même réalité, l'amour de la photographie qui nous unit tous contribuera aussi à faire du monde un meilleur lieu pour vivre et à renforcer la conscience à propos de l’urgente et nécessaire préservation de cette belle planète, la Terre, maison commune de nous tous!

Mes plus sincères remerciements à vous tous! A vous tous mes meilleurs voeux!

 

Per gli amanti della fotografia di tutti i continenti, specialmente per quelli che sono già diventato amico, che hanno visitato la mia galleria, condiviso le mie fotografie e lasciato commenti che mi hanno aiutato a evolvere tecnicamente e provare nuovi sperimentalismi, auguro buone feste e un anno di 2018 con salute, felicità e successi personali!

In questo spazio di arte, bellezza e sensibilità, dove si inseriscono tutte le prospettive della stessa realtà, l'amore della Fotografia che unisce tutti noi contribuirà anche a rendere il mondo un posto migliore in cui vivere e a rafforzare la consapevolezza di quanto sia necessario e urgente la conservazione di questo bellissimo pianeta, la Terra, casa comune di tutti noi!

Il mio più profondo ringraziamento a tutti voi! A tutti voi i miei migliori auguri!

 

Para los amantes de la fotografía de todos los continentes, especialmente para aquellos a los que ya me hice amigo, que han visitado mi galería, compartieron mis fotografías y me dejaron comentarios que me han ayudado a evolucionar técnicamente y probar nuevos experimentalismos, deseo Felices Fiestas y un Año de 2018 con salud, felicidad y éxitos personales!

En este espacio de arte, belleza y sensibilidad, donde encajan todas las perspectivas de la misma realidad, el amor por la fotografía que nos une a todos contribuirá también a hacer del mundo un lugar mejor para vivir y a fortalecer la conciencia de lo necesario y urgente que es la preservación de este hermoso planeta, la Tierra, casa común de todos nosotros!

¡Mi más profundo agradecimiento a todos ustedes! ¡A todos ustedes mis mejores deseos!

 

Für die Liebhaber der Fotografie von allen Kontinenten, besonders für diejenigen, die ich bereits Freund geworden bin, die meine Galerie besucht haben, meine Fotos geteilt haben und Kommentare hinterlassen haben, die mir geholfen haben, mich technisch weiterzuentwickeln und neue Wege zu versuchen, wünsche ich Frohe Feiertage und ein Jahr 2018 mit Gesundheit, Glück und persönlichen Erfolgen!

Ich glaube, dass in diesem Raum der Kunst, Schönheit und Sensibilität, wo alle Perspektiven der gleichen Realität passen, die Liebe zur Fotografie, die uns alle vereint, dazu beitragen wird, die Welt zu einem besseren Ort zum Leben zu machen und das Bewusstsein dafür zu stärken dringend ist es die Erhaltung dieses schönen Planeten, der Erde, des gemeinsamen Hauses von uns allen!

Mein tiefster Dank an euch alle! Ihnen allen meine besten Wünsche!

 

Для любителей фотографии со всех континентов, особенно для тех, кого я уже стал другом, которые посетили мою галерею, поделились своими фотографиями и оставили комментарии, которые помогли мне технически развиваться и попробовать новые способы, я желаю счастливых праздников и года 2018 с здоровьем, счастьем и личными успехами!

Я верю, что в этом пространстве искусства, красоты и чувствительности, где все перспективы одной и той же реальности подходят, любовь к фотографии, которая объединяет всех нас, также будет способствовать тому, чтобы мир стал лучше жить и укрепить осознание того, насколько необходимо и срочно это сохранение этой прекрасной планеты, Земли, общего дома всех нас!

Огромное спасибо всем вам! Для всех вас мои наилучшие пожелания!

L'interno è caratterizzato da sontuose decorazioni in oro; nel settore superiore è un matronaeum arcade con colonne blu e dorate. Ospita anche una grande galleria di opere d'arte tra la fine del 15 e l'inizio del 19 ° secolo, eseguite dai principali artisti che lavorano a Lodi. Vi sono quattro pannelli di Bergognone, tra cui un'Annunciazione e una Presentazione al Tempio, che riproducono l'interno della chiesa dell'epoca. Il Polittico Berinzaghi e l'Incoronazione della Vergine sono dei fratelli Martino e Albertino Piazza. Infine, Callisto Piazza e Stefano Maria Legnani hanno eseguito qui alcuni dei suoi più grandi lavori.

 

The interior is characterized by sumptuous decorations in gold; in the upper sector is an arcaded matronaeum with blue and golden columns. It also houses a large gallery of artworks from the late 15th to the early 19th century, executed by the major artists working in Lodi. There are four panels by Bergognone, including an Annunciation and a Presentation at the Temple, reproducing the church's interior of the time. The Berinzaghi Polyptych and an Incoronation of the Virgin are by brothers Martino and Albertino Piazza. Finally, Callisto Piazza and Stefano Maria Legnani executed here some of his greatest works.

 

Emilio Longoni (Barlassina, 9 July 1859 - Milan, 29 November 1932) - Child with trumpet and horse (1893-96) - Oil on canvas applied on cardboard 41 x 18 cm. - Exhibition Divisionism The revolution of light - Novara Castle

 

Il Divisionismo nasce a Milano, sulla stessa premessa del Neo-Impressionnisme francese, meglio noto come Pointillisme, senza tuttavia che si possa parlare di influenza diretta. Muove dall’idea che lo studio dei trattati d’ottica, che hanno rivoluzionato il concetto di colore, debba determinare la tecnica del pittore moderno. Si sviluppa nel Nord d’Italia, grazie soprattutto al sostegno di Vittore Grubicy de Dragon, mercante d’arte, critico, pubblicista e a sua volta pittore, che con il fratello Alberto gestisce a partire del 1876 una galleria d’arte a Milano. E’ Vittore a diffondere tra i pittori della sua scuderia il principio della sostituzione della miscela chimica dei colori tradizionalmente ottenuta sulla tavolozza, con un approccio diretto all’accostamento dei toni complementari sulla tela. Da dato chimico, il colore diventa fenomeno ottico e alla dovuta distanza l’occhio dello spettatore può ricomporre le pennellate staccate in una sintesi tonale, percependo una maggior luminosità nel dipinto.

 

Divisionism was born in Milan, on the same premise as the French Neo-Impressionnisme, better known as Pointillisme, without however being able to speak of direct influence. It starts from the idea that the study of optical treatises, which have revolutionized the concept of color, should determine the technique of the modern painter. It develops in Northern Italy, thanks above all to the support of Vittore Grubicy de Dragon, art dealer, critic, publicist and in turn painter, who with his brother Alberto has been managing an art gallery in Milan since 1876. Vittore spreads the principle of replacing the chemical mixture of colors traditionally obtained on the palette among the painters in his stable, with a direct approach to the combination of complementary tones on the canvas. From chemical data, the color becomes an optical phenomenon and at the necessary distance the viewer's eye can recompose the detached brush strokes in a tonal synthesis, perceiving a greater brightness in the painting.

Il lungo porticato che sostiene la Galleria degli Antichi edificata il 1584 e il 1586 dal duca Vespasiano Gonzaga per esporvi le sue collezioni di opere d'arte

 

© All rights reserved. Don't use this image without my explicit permission asked by mail.

Villa Malfitano Whitaker si trova a Palermo, nell'odierna Via Dante, 167 ed è sede della Fondazione Whitaker.

 

Il progetto e la realizzazione risalgono al periodo che va tra il 1885 e il 1889 su progetto dell'architetto Ignazio Greco su commissione di Giuseppe Whitaker, imprenditore discendente di una famiglia inglese, stabilitosi a Palermo nella seconda metà del XIX secolo.

  

"Al piano terra sono gli ambienti di soggiorno e rappresentanza riccamente decorati ed arredati, distribuiti da una galleria lunga 36 metri decorata in stile pompeiano dal Nicolini."

da: "palermo la città ritrovata - itinerari fuori le mura" di Adriana Chirco - Dario Flaccovio Editore

Aggiunta a Villa S.Martino , che fu la residenza di campagna Elbana di Napoleone , nel 1851 per volere del principe Anatolio Demidoff ,lontano parente dell'imperatore Francese . Oggi e' sede di mostre temporanee d'arte

Gustav Klimt (Vienna, 14 July 1862 - Vienna, 6 February 1918) - Portrait of a lady (1917) dimensions 60 × 55 cm - Ricci Oddi Modern Art Gallery, Piacenza

 

Questa foto è stata realizzata da una riproduzione fotografica presente nella galleria. Il dipinto originale è stato ritrovato a metà del dicembre scorso, nascosto in un'intercapedine del muro esterno della galleria stessa, dalla quale era stato trafugato 23 anni fa.

Accurate analisi hanno determinato che si tratta dell'originale ed è in buono stato di conservazione.

Attualmente si trova nel caveau della Banca d'Italia a Piacenza, in attesa di essere restituito al museo.

 

This photo was made from a photographic reproduction in the gallery. The original painting was found in the middle of last December, hidden in a cavity in the external wall of the gallery itself, from which it had been stolen 23 years ago.

Accurate analyzes have determined that it is the original and is in a good state of conservation.

Currently it is located in the vault of the Bank of Italy in Piacenza, waiting to be returned to the museum.

  

I "Mutevole" di Elisabetta Mastro

 

Mutevole è una galleria d'arte a cielo aperto.

Fatevi trascinare dalle molteplici emozioni della vita.

L'opera è composta da venticinque stati d'animo, scegliete quello che più riflette la vostra giornata o il momento attuale... perchè sarà Mutevole

 

I "Mutevole" di Elisabetta Mastro

 

Mutabile is an open-air art gallery.

Let yourself be carried away by the multiple emotions of life.

The work is composed of twenty-five moods, choose the one that most reflects your day or the current moment ... because it will be mutable

 

Pietà da Palestrina, Michelangelo (?)

 

I was in the presence of Michelangelo's four Pietràs, one in the Vatican, one in Milan and two in Florence.

 

• Pietà (1499)

• Pietà Palestrina (doubtful attribution, c. 1550)

• Pietà of Florence (c. 1550)

• Pietà Rondanini (1552–64)

 

The second is called “Pietà de Palestrina”. It is also made of Carrara marble, this time yellow. It took its name from the fact that it was for some time at the tomb of Cardinal Barberini, in the Church of Santa Rosália, in the town of Palestrina, near Rome. There are doubts in relation to the author, due to the fact that there were no documents of the time that mention it. It is also said that Michelangelo would have started the work, but it was continued later by another sculptor, Bernini or it is the work of the work of any of the great masters.

Emilio Longoni (Barlassina, 9 July 1859 - Milan, 29 November 1932) - Girl with a cat (1892-93) - Oil on panel 24 x 33 cm. - Exhibition Divisionism The revolution of light - Novara Castle

 

Il Divisionismo nasce a Milano, sulla stessa premessa del Neo-Impressionnisme francese, meglio noto come Pointillisme, senza tuttavia che si possa parlare di influenza diretta. Muove dall’idea che lo studio dei trattati d’ottica, che hanno rivoluzionato il concetto di colore, debba determinare la tecnica del pittore moderno. Si sviluppa nel Nord d’Italia, grazie soprattutto al sostegno di Vittore Grubicy de Dragon, mercante d’arte, critico, pubblicista e a sua volta pittore, che con il fratello Alberto gestisce a partire del 1876 una galleria d’arte a Milano. E’ Vittore a diffondere tra i pittori della sua scuderia il principio della sostituzione della miscela chimica dei colori tradizionalmente ottenuta sulla tavolozza, con un approccio diretto all’accostamento dei toni complementari sulla tela. Da dato chimico, il colore diventa fenomeno ottico e alla dovuta distanza l’occhio dello spettatore può ricomporre le pennellate staccate in una sintesi tonale, percependo una maggior luminosità nel dipinto.

 

Divisionism was born in Milan, on the same premise as the French Neo-Impressionnisme, better known as Pointillisme, without however being able to speak of direct influence. It starts from the idea that the study of optical treatises, which have revolutionized the concept of color, should determine the technique of the modern painter. It develops in Northern Italy, thanks above all to the support of Vittore Grubicy de Dragon, art dealer, critic, publicist and in turn painter, who with his brother Alberto has been managing an art gallery in Milan since 1876. Vittore spreads the principle of replacing the chemical mixture of colors traditionally obtained on the palette among the painters in his stable, with a direct approach to the combination of complementary tones on the canvas. From chemical data, the color becomes an optical phenomenon and at the necessary distance the viewer's eye can recompose the detached brush strokes in a tonal synthesis, perceiving a greater brightness in the painting.

Regno Unito, Londra, Regent’s Canal a “Little Venice”, Primavera 2014

 

Little Venice è a Maida Vale, Londra. Si trova esattamente dove dove il Regent’s Canal incontra il braccio di Paddington del Grand Union Canal. E' sede di molte barche streete e colorate, tra cui una galleria d'arte galleggiante, un teatro dei burattini e una caffetteria. Queste barche sono case, solo un modo diverso di vivere a Londra. Il nome Little Venice è stato coniato dal poeta Robert Browning. Questo quartiere con i suoi viali alberati con grandi terrazze georgiane e vittoriane è uno dei più pittoreschi di Londra.

 

Little Venice is in Maida Vale in London. It is where the Regent’s Canal meets the Paddington Arm of the Grand Union Canal. It is home to many colourful narrowboat, including a floating art gallery, puppet theatre and café. These boats are houses, just a different way to live in London. The name Little Venice was coined by the poet Robert Browning. The neighbourhood’s tree-lined streets and grand Georgian and Victorian terraces make it one of London’s most picturesque.

 

Please don't use my images on websites, blogs or other media without my explicit permission - rr.restifo@gmail.com. © All rights reserved.

Il canto del cigno di una serie di attività artigianali che nel novecento ha impegnato schiere di decoratori, pittori, stuccatori, falegnami, fabbri..... poi di colpo solo rivestimenti in marmi e qualche affresco : che avrà prodotto questa caduta improvvisa nel mondo dell'artigianato artistico e dell' arte visiva in genere ?

 

Plinio Nomellini (Livorno, 6 August 1866 - Florence, 8 August 1943) - Sun and frost (1908-10) - Oil on canvas 125 x 125 cm. - Exhibition Divisionism The revolution of light - Novara Castle

 

Il Divisionismo nasce a Milano, sulla stessa premessa del Neo-Impressionnisme francese, meglio noto come Pointillisme, senza tuttavia che si possa parlare di influenza diretta. Muove dall’idea che lo studio dei trattati d’ottica, che hanno rivoluzionato il concetto di colore, debba determinare la tecnica del pittore moderno. Si sviluppa nel Nord d’Italia, grazie soprattutto al sostegno di Vittore Grubicy de Dragon, mercante d’arte, critico, pubblicista e a sua volta pittore, che con il fratello Alberto gestisce a partire del 1876 una galleria d’arte a Milano. E’ Vittore a diffondere tra i pittori della sua scuderia il principio della sostituzione della miscela chimica dei colori tradizionalmente ottenuta sulla tavolozza, con un approccio diretto all’accostamento dei toni complementari sulla tela. Da dato chimico, il colore diventa fenomeno ottico e alla dovuta distanza l’occhio dello spettatore può ricomporre le pennellate staccate in una sintesi tonale, percependo una maggior luminosità nel dipinto.

 

Divisionism was born in Milan, on the same premise as the French Neo-Impressionnisme, better known as Pointillisme, without however being able to speak of direct influence. It starts from the idea that the study of optical treatises, which have revolutionized the concept of color, should determine the technique of the modern painter. It develops in Northern Italy, thanks above all to the support of Vittore Grubicy de Dragon, art dealer, critic, publicist and in turn painter, who with his brother Alberto has been managing an art gallery in Milan since 1876. Vittore spreads the principle of replacing the chemical mixture of colors traditionally obtained on the palette among the painters in his stable, with a direct approach to the combination of complementary tones on the canvas. From chemical data, the color becomes an optical phenomenon and at the necessary distance the viewer's eye can recompose the detached brush strokes in a tonal synthesis, perceiving a greater brightness in the painting.

1 3 4 5 6 7 ••• 79 80