Marc Quinn 55° Biennale di Venezia Eventi Collaterali
If you need to use this images on websites, blogs or other media please contact me before.
Copyright © PinoUsicco

"Verso la Biennale: è Marc Quinn il re dell’Isola di San Giorgio. L’artista torna in Italia con le sue provocazioni poetiche, grazie a un’antologica alla Fondazione Cini. E a curarla è Germano Celant.

Grande evento sull’Isola di San Giorgio Maggiore, dove la Fondazione Giorgio Cini celebra l’apertura della 55° Biennale di Venezia con una grande personale di Marc Quinn. Tra i principi degli YBAs, ex giovane bad boy della scuola britannica anni ’90 targata Saatchi, Quinn approda in Laguna con un corpus di cinquanta opere, di cui tredici inedite: sculture, dipinti, disegni e altri oggetti d’arte, che segnano un ritorno in terra veneziana. Era il 2003 quando l’artista si presentava con The Overwhelming World of Desire alla Collezione Peggy Guggenheim, due anni dopo l’altra grande personale italiana allestita alla Fondazione Prada e curata da Germano Celant."

Tratto da "Artribune"
Eventi Collaterali - Marc Quinn San Giorgio Maggiore 55° Biennale di Venezia

"Un altro omaggio alla natura sono le cinque colossali conchiglie della serie The Archaeology of Art che sembrano chiedere se la volontà di creare arte sia intrinseca nella natura. Forme perfettamente simmetriche, create dalla natura, che celano una strana intelligenza e paiono seguire un ordine a loro superiore. Enormi in termini di dimensioni, ma estremamente dettagliate, queste conchiglie sono tra gli oggetti stampati in 3D ad alta definizione più grandi del mondo, il risultato di un codice digitale emesso da un computer sulla base del codice biologico del DNA che ha creato gli originali. Le conchiglie scolpite nel bronzo giacciono in riva al mare, come cullate dalla marea."

Tratto da "Fondazione Giorgio Cini Onlus" Venezia
36 photos · 25 views