flickr-free-ic3d pan white

cormoran istrian (1-4)

“CORMORAN ISTRIAN” : Il Golfo di Trieste -dalle saline di Sicciole fino alla foce del fiume Isonzo- ospita nel periodo dopo la nidificazione da 2000 a 3000 esemplari, il che sarebbe piu’ del 10% di tutta la popolazione mediterranea. Il cormorano mediterraneo Phalacrocorax aristotelis desmarestii e’ la sottospecie endemica del cormorano Phalacrocorax aristotelis che popola il Mediterraneo ed il Mar nero. Il numero esatto degli esemplari nidificanti non e’ noto (si stima sia meno di 10000 coppie), pero’ la popolazione di questi uccelli e’ a rischio, la specie e’ stata messa sull’elenco delle specie europee a rischio. Le saline di Sicciole rappresentano uno dei posti piu’ importanti per la loro nidificazione dalle nostre parti, infatti in autunno vengono qui anche fino a 10000 e piu’ di questi uccelli. In numero minore passano qui anche l’inverno. Oltre a fermarsi vicino all’allevamento di conchiglie vicino alle saline e sulla Colombera, e’ per loro di grande importanza, nel periodo che segue la nidificazione, anche l’allevamento di conchiglie di Muggia (Trieste, Punta Sottile) cosi come pure l’area che va da Miramare a Duino fino al delta del fiume Isonzo. Le ragioni di questa regolare permanenza post-nidificante degli uccelli nel Golfo di Trieste sono sicuramente la bassa profondita’ del mare caratteristica di questa zona e la stagionalita’ della permanenza del pesce azzurro nel mare che di conseguenza porta alla facilita’ di pesca.

744 views
5 faves
30 comments
Taken on July 25, 2010