new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Lo scalone d' onore - Reggia di Caserta | by Paolo Landriscina
Back to group

Lo scalone d' onore - Reggia di Caserta

Lo Scalone d'onore.

 

La scala regia rappresenta nella sua composizione architettonica una delle invenzioni più felici di Vanvitelli, a cominciare dalla sua posizione a destra del vestibolo centrale. Essa conduce al peristilio centrale superiore su cui si aprono la Cappella e le due file di anticamere attraverso cui si accede agli Appartamenti Reali. Lo scalone, luminosissimo, si sviluppa in una grande rampa centrale, ricavata da un sol blocco di marmo, che si divide in due rampe parallele a partire da un pianerottolo, su cui vigilano due leoni marmorei che simboleggiano la forza della ragione e delle armi (eseguiti da Paolo Persico e Tommaso Solari). La sua magnificenza, dovuta ai colori dei marmi pregiati adoperati per i pilastri, alle eleganti volte che si raccolgono intorno ad una cupola, agli archi e alle cornici, alle tre arcate alle quali si allaccia l'ordine della scala a guisa di pronao, ne fanno un esemplare unico.

 

L'immensa volta aerea è aperta al centro da un oculo ovale, costruito non solo per ospitare un'invisibile cantoria, ma anche per inquadrare la parte centrale della cupola superiore. La lamia finta è costituita da una incannucciata incollata alle centine, sospesa tramite tiranti di legno alle capriate del tetto. In quest'opera ci sono fantasia, arte, tecnica e ardimento nella costruzione, e ben s'immaginano le difficoltà incontrate e magistralmente superate per la sua realizzazione. La scala è rivestita di marmo cipollino, mentre le fiancate della rampa centrale e le pareti del vano sono impiallacciate di marmi siciliani, di Vitulano, Bardiglio e Carrara.

  

3,307 views
14 faves
97 comments
Taken on April 4, 2011