2011_11_27 Linderhof e Oberammergau
Linderhof
La storia del castello di Linderhof - il nome deriva da un possente tiglio, Linde in tedesco, che da secoli si trova nel parco - risale al Quattrocento, periodo in cui si segnala la presenza nella vallata del Graswang, nel sud della Baviera e quasi al confine con l'Austria, di un podere di proprietà della vicina abbazia benedettina di Ettal. Re Massimiliano II lo trasformò nell'Ottocento in un padiglione di caccia e nel 1869 il figlio Ludwig II acquistò il terreno circostante con l'intenzione di costruire una "villa reale". Il progetto di Ludwig non prevedeva la realizzazione di un palazzo sontuoso e di rappresentanza ma bensì di un rifugio per se stesso ispirato al Petit Trianon di Versailles, a sua volta rifugio e luogo destinato agli svaghi della regina Maria Antonietta. Approvati i progetti dell'architetto Georg Dollmann, che in seguito costruirà anche Herrenchiemsee, iniziarono subito i lavori che terminarono nel 1879. Nel 1880 prese vita il meraviglioso giardino che fa da cornice al piccolo castello con le sue perfette geometrie, le fontane, le sontuose statue e due padiglioni di gusto orientale, acquistati all'Esposizione Universale di Parigi nel 1867 e nel 1878: il chiosco moresco (Maurischer Kiosk) con il suggestivo trono dei pavoni e la casa marocchina (Marokkanisches Haus) che, venduta dal governo bavarese alla morte di Ludwig nel 1886, è stata riacquistata e riportata nel parco nel 1998.
Oberammergau:
è un comune di 5.290 abitanti, situato nel Circondario di Garmisch-Partenkirchen in Baviera, Germania. Questa piccola cittadina è famosa per l'elevato numero di affreschi sulle facciate delle case, per la messa in opera della passione di Cristo per le strade cittadine e per la presenza di una Scuola della Nato. Il comune si trova lungo l'Alpenstrasse, un incantevole itinerario di 500 km che copre le alpi bavaresi e austriache. Il villaggio è conosciuto anche per l'abilità dei suoi intagliatori del legno. Proprio ad Oberammergau ha sede la Scuola Bavarese per intagliatori del legno. Oberammergau è famosa anche per i suoi "Lüftlmalerei" o affreschi. I temi di questi affreschi si rifanno alla tradizione bavarese, alla religione, alle favole o figure trompe-l'œil volte ad ingannare la vista. La pratica del Lüftlmalerei è tipica della Baviera e il suo nome deriva da una casa di Oberammergau chiamata Zum Lüftl che fu la residenza di un famoso e molto apprezzato pittore di facciate chiamato Franz Seraph Zwinck. PASSIONE DI CRISTO: La passione di Cristo venne messa in opera per la prima volta nel 1634 e fu il risultato di un voto fatto dai cittadini di Oberammergau a Dio per averli risparmiati dal diffondersi della Peste Bubbonica. Da quel momento i cittadini hanno deciso di mettere in atto questa rappresentazione ogni 10 anni. Nel XX secolo si è deciso di farla tenere negli anni che finiscono con 0 (ad eccezione del 1940, periodo della Seconda Guerra Mondiale). Ulteriori rappresentazioni avvengono per commemorare gli anniversari: nel 1934 per il 300mo anniversario e nel 1984 per il 350mo anniversario. La rappresentazione coinvolge oltre 2000 tra attori, cantanti, musicisti, tecnici e residenti del villaggio.
23 photos · 5 views