new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Bruco di Tyria jacobaeae, Arcitide (Lepidottero) | by Mascamit
Back to photostream

Bruco di Tyria jacobaeae, Arcitide (Lepidottero)

I bruchi, sono lo stadio larvale delle farfalle.

Sono preda molto comune per svariate specie di uccelli, di insetti e di piccoli mammiferi.

Le loro possibilità di difesa sono il mimetismo, essere velenosi e l'imitazione. Infatti alcune specie si mimetizzano assumendo il colore degli oggetti sui quali si appoggiano (omocromia) altre che hanno il corpo vistosamente colorato, e difficilmente si possono confondere con l'ambiente, producono sostanze velenose o sono di gusto amaro che le rendono inappetibili ai predatori. Altre specie ancora assumono un aspetto simile a quello delle specie velenose pur essendo commestibili, per trarre in inganno i predatori.

La foto mostra un bruco di Tyria jacobaeae, un elegante falena rosso-nera. I Lepidotteri sono insetti Endopterigoti, caratterizzati cioè da una metamorfosi completa: uovo, larva (o bruco), crisalide (o pupa) e insetto adulto. A questo punto c’è da spiegare la differenza sostanziale tra Endopterigoti e Esopterigoti (ultima foto pubblicata). Entrambi appartengono al più vasto raggruppamento di insetti, gli Pterigoti che comprendono un’infinità di classi e sottoclassi che racchiudono tutte le forme provviste di ali.

I giovani Insetti che fuoriescono dall'uovo si possono distinguere in due tipi: quelli che appaiono più o meno somiglianti all'adulto (Apterigoti ed Esopterigoti) e quelli che differiscono radicalmente dall'adulto (endopterigoti).

 

Endopterigoti: questi insetti hanno più stadi larvali di vario aspetto, comunque del tutto diversi dall'adulto e privi di qualsiasi traccia di ali. Sono caratterizzati da una metamorfosi completa uovo, larva (o bruco), crisalide (o pupa) e insetto adulto. Agli stadi larvali segue uno stadio ninfale (pupa) durante il quale avvengono profonde modificazioni che porteranno ad un individuo adulto completamente diverso, morfologicamente e anatomicamente, dalla larva. Nella pupa compaiono gli abbozzi delle ali. Quindi le ali si sviluppano all'interno della pupa.

 

Esopterigoti: questi insetti somigliano agli adulti e hanno diversi tipi di sviluppo.

Sono caratterizzati da una metamorfosi incompleta “uovo -> neanide -> ninfa -> adulto”. La neanide rappresenta il primo sviluppo post embrionale, Le ninfe sono le forme giovanili che mediante un processo graduale di mute diventano ogni volta sempre più simili all'adulto. La differenza tra ninfa e adulto sta negli abbozzi alari e l’apparato riproduttivo non ancora sviluppato. In questi insetti le ali si formano all’esterno dell’uovo.

 

2,275 views
23 faves
175 comments
Taken on August 24, 2011