new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Saponaria sicula (Endemic flora of Mount Etna to 2.000 m) | by Luigi Strano
Back to photostream

Saponaria sicula (Endemic flora of Mount Etna to 2.000 m)

The Etna volcano is the best place to botanizing in Sicily. The right period to observe the Etna's endemic flora in blossom go from last week of May to the first two weeks of July (with regard to the mountain flora).

 

La vegetazione dell'Etna è varia a seconda delle altitudini:

A partire dai 3300 metri, non troviamo nessun tipo di vegetazione, poiché siamo sulla sommità di un vulcano attivo e dove esso erutta la sua lava, sparisce la vita. Quando la lava si raffredda e non appena un pugno di terra si deposita sulla roccia, allora qualche piccolo seme, trasportato dal vento o dal vello delle pecore, attecchisce il romice e fa compagnia a qualche margherita dell'Etna.A partire 2300 metri, cominciamo a vedere l'astragalo spinoso dai delicati fiori rosa e la saponaria dai fiori rosa acceso. Per vincere i venti, il freddo e la neve di quelle altitudini e per meglio aderire con le radici al pugno di terra sopra la roccia, essi hanno preso la forma di cuscini, detti "pulvini". Le loro radici sono molto robuste e corte con le quali ben si aggrappano al terreno. L'astragalo, a sua volta, ospita oltre a piccoli invertebrati, altre piante come il senecio, il cerastio con i suoi fiori bianchi e la viola dell'Etna, che trova nel pulvino sufficiente protezione per sopravvivere.A partire dai 2000 metri e discendendo via via verso il piano fino ai 300 metri, troviamo boschi di faggio e di betulla, di pino laricio e di castagno e ancora boschi di lecci e di querce caducifoglie. Ad essi intorno troviamo spesso la ginestra dell'Etna dall'intenso profumo, spesso con l'aspetto di un albero alto fino a 5 metri.Scendendo ancora verso il piano, riconosciamo il fico d'India, il terebindo, gli olivastri, cugini selvatici degli olivi e l'euforbia, chiamata "carramuni" dai ragazzi del luogo.Tutta questa vegetazione cresce in un clima chiamato mediterraneo, caratterizzato da piogge abbondanti in autunno e inverno, e molto scarse in primavera e in estate, stagione nella quale le temperature diurne si aggirano intorno ai 30 gradi. La crescita di queste piante così diverse, è influenzata oltre che dalle stagioni soprattutto dall'altitudine che determina la temperatura, le precipitazioni, l'umidità del terreno e dell'aria, la quantità della luce e del calore che la pianta riceve ed incamera. Anche il vulcano influenza la sua vegetazione: la distrugge con le sue colate laviche e al tempo stesso favorisce la sua crescita grazie anche alle sostanze che sono presenti nel terreno e che lo rendono particolarmente fertile.

 

Mount Etna (Aetna in Latin, also known as Muncibeddu in Sicilian and Mongibello in Italian, a combination of Latin mons and Arabic gibel, both meaning mountain) is an active stratovolcano on the east coast of Sicily, close to Messina and Catania. Its Arabic name was Jebel Utlamat (the Mountain of Fire).Volcanic activity at Etna began about half a million years ago, with eruptions occurring beneath the sea off the coastline of Sicily. 300,000 years ago, volcanism began occurring to the southwest of the present-day summit, before activity moved towards the present centre 170,000 years ago. Eruptions at this time built up the first major volcanic edifice, forming a strato-volcano in alternating explosive and effusive eruptions. The growth of the mountain was occasionally interrupted by major eruptions leading to the collapse of the summit to form calderas.From about 35,000 to 15,000 years ago, Etna experienced some highly explosive eruptions, generating large pyroclastic flows which left extensive ignimbrite deposits. Ash from these eruptions has been found as far away as Rome, 800 km to the north.Sicily's greatest natural attraction is also its highest mountain: Mount Etna, at 10,924 feet, is the most active volcano in Europe and the oldest recorded active volcano in the world.Mount Etna is an active volcano on the east coast of Sicily, close to Messina and Catania. It is the largest active volcano in Europe, currently standing about 3329.6 m (10,924 feet)high, though it should be noted that this varies with summit eruptions; the mountain is 21.6 m (71 ft) lower now than it was in 1865. It is the highest mountain in Italy south of the Alps. Etna covers an area of 1,190 km² (460 square miles) with a basal circumference of 140 km.The fertile volcanic soils support extensive agriculture, with vineyards and orchards spread across the lower slopes of the mountain and the broad Plain of Catania to the south. Due to its history of recent activity and nearby population, Mount Etna has been designated a Decade Volcano by the United Nations.Etna lava stone is a material with unique characteristics: durable, indestructible, resistant to changes in the temperature (it’s a heat conductor), it offers infinite possibilities of uses: flooring, urban furniture, interior design.After the glazing process the product doesn’t get stained, resists to acids and doesn’t require particular maintenance: that’s why lava stone is the ideal material even to make kitchens and bathrooms countertops. The natural stone tends to grey, with the glazing process we can obtain any desired colour. Shapes, sizes and decorations can be customized . The lava stone it is formed by the solidification of cooled magma on the surface of the Etna volcano, in Sicily

 

L'Etna è un vulcano attivo che si trova sulla costa orientale della Sicilia (Italia), tra Catania e Messina. È il vulcano attivo più alto del continente europeo e uno dei maggiori al mondo. La sua altezza varia nel tempo a causa delle sue eruzioni, ma si aggira attualmente sui 3329.6 m (10,924 feet) s.l.m. Il suo diametro è di circa 45 chilometri.Un tempo era noto anche come Mongibello.In genere le eruzioni dell'Etna pur fortemente distruttive delle cose, non lo sono per le persone se si eccettuano i casi fortuiti o di palese imprudenza come quello dell'improvvisa esplosione di massi del 1979 che uccise nove turisti e ne ferì una decina di altri avventuratisi fino al cratere appena spento. L'Etna è un tipico strato-vulcano che iniziò la sua attività, tra 500 e 700 mila anni fa. La sua lava di tipo basaltico è povera in silice, è molto calda, densa e fluida. Per queste ragioni le eruzioni sono tranquille ed il percorso delle lave prevedibile. La velocità di scorrimento è superiore a quella delle lave acide, più ricche in silice e più viscose e leggere.La lavorazione della pietra lavica, derivante dall’industria estrattiva delle vicine cave dell'Etna, per scopi ornamentali o per materiali da costruzione, diede da vivere a molte famiglie siciliane.I "pirriaturi", anticamente, estraevano lungo i costoni dell'Etna solo strati superficiali di lava perché più porosi e più facilmente lavorabili con arnesi quali la subbia, lo scalpello, la mazzola e il martello. Sul materiale estratto interveniva lo spaccapietre che ricavava lastre di pietra, infine lo scalpellino rifiniva il materiale. Uno degli usi prevalenti cui era destinata la pietra lavica era la pavimentazione delle strade urbane

 

www.youtube.com/watch?v=cAT2XppUwxg

 

4,275 views
5 faves
9 comments
Taken on August 20, 2011