new icn messageflickr-free-ic3d pan white

Sant'Alessio Siculo (Me)

Sant'Alessio Siculo is a comune (municipality) in the Province of Messina in the Italian region Sicily, located about 180 km east of Palermo and about 35 km southwest of Messina.Its main attraction is a castle built by the Byzantine emperor Alexios I Comnenos in his war against the Normans and the Arabs, who also held it.Local production is prevalently based upon agricultural and fish products: citrus fruit, grain, legumes, almonds, grapes, olives, fruit; anchovies, sardines, swordfishes and squids. The village derives its name from the old church of Sant'Alessio with the addition Siculo to distinguish it from two other homonymous communes which are in province of Pavia and Reggio Calabria. The village was developing along the coast that goes from Capo Sant'Alessio (defined by Greek Argennon akron, that is silver cape) and on its eastern top rose a medieval castle, to swollen stream of Agrò. From1452 to 1717 it was property of De Angelicas, Romano Colonnas, Furnaros, and Paternò Castellos. Only in 1948 the commune reached administrative autonomy.Besides the castle, there are the ancient house said "delle decime" (of Tithes), the Quartiere di Mezzo which is made up of 1600 houses and a portal of 1770 and the sculpture "Alaluna" a work created by the artist Nino Ucchino in honour of Pier Paolo Pasolini.

  

Sant'Alessio Siculo è un comune italiano di 1.493 abitanti della provincia di Messina in Sicilia.Fa parte del comprensorio della Valle d'Agrò e aderisce all'Unione dei Comuni delle Valli joniche dei Peloritani.La regione costiera in cui si trova l'abitato di Sant'Alessio è stata scarsamente popolata in epoca medioevale, a causa dell'elevata esposizione di quell'area alle incursioni dei pirati saraceni. In questo periodo l'epicentro delle attività socio-economiche (prevalentemente agricoltura e pesca) che si svolgevano a Sant'Alessio era Forza d'Agrò, oggi comune contiguo e all'epoca città di primaria importanza. Di questo periodo storico rimangono alcune tracce nel quartiere vecchio, immediatamente sottostante il promontorio su cui sorge Forza d'Agrò.La cessazione della minaccia di incursioni dal mare e lo sviluppo delle vie di comunicazione costiere hanno prodotto in tutta la regione un lento ed inesorabile flusso migratorio dalle località montane, un tempo unico rifugio sicuro, a quelle costiere, maggiormente integrate in un sistema economico non di pura sussistenza. Ciò ha comportato per Sant'Alessio un significativo incremento demografico associato alla crescita del nucleo urbano; nel dopoguerra Sant'Alessio, precedentemente frazione di Forza d'Agrò, assume lo status di comune.All'interno del territorio comunale, sul promontorio noto come Capo Sant'Alessio sorge un castello di epoca normanna. Sulle pendici montuose del Capo sono ancora visibili i resti di fornaci utilizzate per il trattamento della calce. Nel quartiere della Madonna del Carmelo si trova una chiesa risalente anch'essa al periodo normanno. Sempre nella stessa zona, come anche in altre, sono presenti edifici residenziali antichi, in parte abbandonati. Il paese ospita inoltre la Villa Genovese.

 

Font : Wikipedia

 

www.youtube.com/watch?v=oI80ZXSAgKc

2,207 views
4 faves
8 comments
Uploaded on July 30, 2011