new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Sardegna - La macchia mediterranea lungo la costa | by Luigi Strano
Back to group

Sardegna - La macchia mediterranea lungo la costa

La macchia è uno dei principali ecosistemi mediterranei.

È una formazione vegetale arbustiva costituita tipicamente da specie sclerofille, cioè con foglie persistenti poco ampie, coriacee e lucide, di altezza media variabile dai 50 cm ai 4 metri:

La macchia mediterranea propriamente detta non va confusa con altre formazioni arbustive degli ambienti mediterranei, in particolare la Gariga, costituita da arbusti in genere di minore taglia, non sclerofilli, ma spinosi o malacofilli. Scientificamente le macchie rientrano nella classe Quercetea ilicis, mentre le garighe afferiscono ad altre classi, come Rosmarinetea officinalis e Cisto-Lavanduletea. Dal punto di vista dinamico ed ecologico le garighe rappresentano prodotti di estrema degradazione delle macchie e crescono su suoli pietrosi.

Le macchie mediterranee si possono diversificare per composizione floristica e sviluppo strutturale:

Macchia alta. La vegetazione dello strato superiore è prevalentemente composta da specie a portamento quasi arboreo, con chiome che raggiungono i 4 metri d'altezza. In questa macchia sono rappresentative le specie del genere Quercus (leccio e sughera), quelle del genere Phillyrea (ilatro e ilatro sottile), ed inoltre Arbutus unedo, cioè il corbezzolo, alcune specie del genere Juniperus (in particolare Ginepro rosso), il lentisco e altre di minore diffusione. Queste macchie in certi casi possono evolvere verso il climax della foresta mediterranea sempreverde.

Macchia bassa. La vegetazione dello strato superiore è prevalentemente composta da specie a portamento arbustivo, con chiome che raggiungono al massimo i 2-3 metri d'altezza. Nella composizione floristica possono entrare specie delle garighe, come l'euforbia arborea, le ginestre e altre cespugliose quali i cisti e il rosmarino. Questa macchia in realtà è una forma di passaggio alla vegetazione di gariga.

La macchia mediterranea presenta una distribuzione prevalente nelle zone caldo-aride, caratterizzate da inverni miti ed estati con scarse precipitazioni.

La maggior parte delle zone di macchia mediterranea si sviluppa sui declivi con suolo poco profondo e soggetto a un rapido drenaggio, su cui le formazioni della macchia svolgono una funzione importantissima di difesa del suolo dalla erosione da parte degli agenti atmosferici, assicurando un'efficace regolamentazione idrogeologica.

Costituisce un esempio di microambiente, fornendo nutrimento e riparo a insetti, anfibi, rettili, uccelli e mammiferi.

La macchia rappresenta un potenziale stadio di evoluzione verso la formazione forestale della lecceta, la più tipica delle foreste mediterranee.

Fanno parte della macchia mediterranea diverse specie accomunate da alcune caratteristiche (crescita bassa, fusti resistenti, foglie rigide e coriacee) che le rendono capaci di tollerare i venti salmastri che soffiano dal mare. Nella seguente eterogenea galleria di immagini figurano anche specie di gariga, come cisti e rosmarino, mentre una, il cappero, è una pianta delle rupi e dei muri.

 

Maquis (French) or macchia (Italian: macchia Mediterranea) is a shrubland biome in the Mediterranean region, typically consisting of densely growing evergreen shrubs such as holm oak, tree heath, strawberry tree, sage, juniper and myrtle. It is found throughout the Mediterranean Basin, including most of coastal Italy, southern France, Sardinia, Corsica, and elsewhere.

It is similar to the English heath in many aspects, but with taller shrubs, typically 2–4 m high as opposed to 0.2–1 m for heath. A similar habitat type in North America is known as chaparral, though the kinds of shrubs involved are different.

Although maquis is by definition natural, its appearance in many places is due to destruction of forest cover, mainly by frequent burning that prevents young trees from maturing. It tends otherwise to grow in arid, rocky areas where only drought-resistant plants are likely to prosper.

The word comes from the plural of Italian macchia (English "thicket"). The extremely dense nature of maquis made it ideal cover for bandits and guerrillas, who used it to shelter from the authorities. It is from this meaning that the Second World War French resistance movement, the Maquis, derived its name. In Italian darsi alla macchia means "becoming a fugitive".

 

Font : Wkipedia

 

www.youtube.com/watch?v=l_ncG0-vl2M

 

www.youtube.com/watch?v=LfVJ9gvbWxQ

9,346 views
0 faves
3 comments
Taken on June 15, 2005