new icn messageflickr-free-ic3d pan white

Tremonti bis

Olympus µ[mju:]-II

Kodak 200 very expired film

 

"Negli ultimi anni la febbre edilizia indotta dalla Tremonti bis ha fatto esplodere la crescita dei capannoni industriali e artigianali, che non stanno lasciando più terra agricola libera nella regione.

 

Stravolto il paesaggio, e la vita delle persone in un magma indistinto di cemento, asfalto e automobili.

...Quella rete di infrastrutture, che aveva favorito la diffusione degli insediamenti in ogni spazio della zona, è adesso diventata fattore limitante dello sviluppo economico: uomini e merci incontrano sempre più difficoltà a spostarsi; spesso restano imprigionati dentro lunghi incolonnamenti.

 

Se il traffico ha superato la capacità di carico fisica delle infrastrutture, l'invasiva proliferazione di capannoni comincia anche ad oltrepassare la capacità di carico psicologica di molti abitanti, tanto da innescare le prime manifestazioni «contro i capannoni». Inoltre, in anni in cui la crisi economica si è palesata nel Nord dell'opulenza, in più parti ci si interroga sullo sviluppo futuro: ma le risposte non sono facili perché lo scasso del territorio è stato vasto e profondo. E tutto è reso ancora più complicato perché la regione non è certamente né una stella polare, né una guida lungimirante per il governo dell'uso del suolo. Cosicché chi ha denaro persevera nell'investire in mattoni e cemento, moltiplicando gli episodi di distruzione dei luoghi natii. Ormai ovunque i capannoni hanno tolto memoria alla terra e identità agli abitanti."

2,838 views
15 faves
4 comments
Taken on February 22, 2012