new icn messageflickr-free-ic3d pan white
call me sophia | by fladrifscorzapelle
Back to photostream

call me sophia

I libri pesano, i dvd anche, i fumetti non ne parliamo. I libri erano a malapena un migliaio, i dvd non li ho contati, i fumetti li conterò il giorno in cui decidessi di catalogarli di nuovo. I lividi che ho sulle cosce sono almeno una decina e due quelli sul polso, perché anche i mobili pesano. Lo stupore che provo per le cose che avevo dimenticato di possedere è innumerato. Rimmel blu e smalto verde. Una tovaglia natalizia da sei ricamata a mano in punto erba e punto pittura, ricamata da me e dimenticata al pari della tovaglia da tè con inserti in pizzo d'Istria. Scarpe scamosciate marrone con un tacco di dieci centimetri e sandali bianchi a pois blu con tacco da dodici ed un bel fiocco. Scaldamuscoli da ballerina. E reggicalze, antiquato strumento di seduzione (vade retro autoreggenti!), talmente dimenticato da ricordare il giorno e la merceria in cui fui comprato vent'anni fa, ma non l'ultimo giorno in cui fu indossato. Cuore di pietra, cuore deserto.

 

(Urge una seria conversazione con il piano di sopra sull'eventualità, in assenza di eventuali gravi patologie allergiche agli acari o similia, che possano dotare il loro salotto e la cameretta di un tappeto, accioché la bimba di un anno e mezzo ed il bimbo in viaggio possano giocare a buttare le cose a terra ed a far strisciare le cose a terra senza far rizzare le orecchie al Botolo ed i nervi a me. No buono, non alle dieci -e trenta- di sera, no buono. No buono!)

3,870 views
4 faves
6 comments
Uploaded on December 11, 2008