flickr-free-ic3d pan white

Di nuovo a testa in su - To head up again

.....per guardare la bellissima cupola della Real Chiesa di San Lorenzo, a Torino.

Explore: Aug 26, 2011 #209

Per onorare la vittoria sui francesi nella battaglia di san Quintino, 10 agosto 1557, giorno di San Lorenzo, Emanuele Filiberto e suo cugino, Filippo II di Spagna, promisero di dedicare una chiesa al santo. Il re di Spagna farà costruire una splendida basilixa all'Escorial, mentre il sovrano sabaudo, non potendosi permettere una nuova costruzione, fece ristrutturare una chiesa già presente nell'attuale piazza Castello e la intitola a San Lorenzo.

In questa prima chiesa la Santa Sindone trova la sua prima sistemazione quando viene trasferita da Chambery, ed è proprio in San Lorenzo che il cardinale san Carlo Borromeo potrà venerarla durante il suo pellegrinaggio a Torino. Circa un secolo più tardi, nel 1634, iniziarono i lavori per una nuova chiesa a San Lorenzo. Il progetto iniziale, poi rivisto da Carlo di Castellamonte, era di Ascanio Vittozzi. Ai lavori parteciperà anche l'architetto Guarino Guarini dopo il suo arrivo a Torino. L'inaugurazione della chiesa avvenne nel 1680.

Gli aspetti architettonici della chiesa sono molto rilevanti, nonostante che essa si presenti senza una vera e propria facciata che lasci intuire la presenza di una chiesa. Secondo alcuni la costruzione della facciata avrebbe rovinato l'estetica della piazza, altre versioni insinuano che la facciata non venne mai realizzata per mancanza di fondi. L'interno è illuminato da una cupola centrale, provvista di otto finestroni (numero simbolico nella tradizione cristiana, indica il giorno perfetto, il giorno della vittoria e del ritorno di Cristo, il giorno senza fine, dopo i nostri giorni ciclati sul sette, la settimana), sorretta da colonne ed attraversata da nervature che formano una stella a otto punte. Di particolare pregio e valore è l'altare maggiore, risalente al 1680. Il suo stile particolare lo rende uno dei più importanti dell'italia settentrionale. Sarà proprio l'abate Guarini, nel 1680, a celebrare la messa di inaugurazione della chiesa davanti alla famiglia reale.

Curiosità: per ricordare la vittoria a cui la chiesa è dedicata, ogni giorno alle 17.15 la campana batte 10 rintocchi.

... to watch the beautiful dome of the Royal Church of San Lorenzo, in Turin.

To honor the victory over the French at the battle of St. Quentin, August 10, 1557, day of San Lorenzo, Emanuele Filiberto and his cousin, Philip II of Spain, promised to dedicate a church to the Saint. The King of Spain will build a splendid basilixa at Escorial sabaudo ruler, while not being able to afford a new construction, renovate a church already exists in the current piazza Castello and the title of San Lorenzo.

In this first Church of the Holy Shroud is its first accommodation when it is transferred from Chambery, and in San Lorenzo Cardinal St. Charles Borromeo will venerate it during his pilgrimage in Turin. About a century later, in 1634, began work on a new Church in San Lorenzo. The initial draft, then revised by Carlo di Castellamonte, Ascanio Vittozzi era. The work will be also the architect Guarino Guarini after arriving in Turin. The inauguration of the Church occurred in 1680.

Architectural aspects of the Church are very relevant, although it is present without a proper facade that let perceive the presence of a church. According to some the construction of the facade would have ruined the aesthetics of the square, other versions suggest that the façade was never realized due to lack of funds. The Interior is illuminated by a central dome, with eight Windows (symbolic number in the Christian tradition, is the perfect day, the day of victory and the return of Christ, the day without end, after our days ciclati on seven, the week), supported by columns and crossed by ribs that form an eight-point star. Of particular value and value is the high altar, dating from 1680. His particular style makes it one of the most important of Northern Italy. It will be the Abbot Guarini, in 1680, to celebrate the inauguration of the Church in front of the Royal family.

Trivia: to commemorate the victory in which the Church is dedicated, every day at 17.15 beats 10 Bell Chimes.

    

7,746 views
32 faves
92 comments
Taken on August 24, 2011