new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Palermo, Uwe e l'arte dell'abbandono | by Angelo Trapani
Back to photostream

Palermo, Uwe e l'arte dell'abbandono

Uwe Jäntsch è un artista austriaco che nei circa 8 anni di sua permanenza a Palermo, nell'antico quartiere della Vucciria, ha creato un particolarissimo museo all'aperto nella piazza Garraffello, poi smantellato senza alternative dalle autorità comunali che paventavano la possibilità di crolli della fatiscente struttura che lo ospitava.

Il pericolo probabilmente era reale, infatti si tratta di un edificio reduce dai bombardamenti dell'ultima querra ma, ci si stupisce di come la stessa amministrazione, quel pericolo, lo avesse sistematicamente ignorato per tanto tempo e curiosamente se ne fosse accorta solo dopo il completamento dell'opera da parte dell'artista.

 

Contestualmente, l'importanza dell'arte di Uwe veniva invece riconosciuta dalla Provincia Regionale di Palermo che descrivendola in una pubblicazione-guida della città, edita dalla stessa amministrazione e distribuita gratuitamente ai turisti, la inserì di fatto nel circuito dei monumenti visitabili, ignorando totalmente la decisione del Comune.

L'opuscolo che tra le tante attrattive palermitane: musei, teatri, mostre, gallerie, ecc metteva in risalto l'esistenza della particolare installazione, contribuì non poco a che un discreto numero di visitatori si recassero sul posto, quantomeno incuriositi dalla particolarità dell'opera poichè costituita esclusivamente da materiali di scarto quali tubi in plastica, cassette vuote di birra, scarpe e addirittura stracci che l'artista raccattava qua e la per le strade della Vucciria.

 

In breve tempo, data anche la particolarità dell'opera di Uwe, i Visitatori, non piu solo turisti ma anche giovani e meno giovani, palermitani e non, affluivano giornalmente sul posto per ammirare quella curiosa costruzione, finendo così per considerarla alla stessa stregua di una vera e propria opera d'arte... Arte che comunque ebbe la forza di donare nuova linfa e nuova importanza alla piazzetta che, ormai lasciata da tempo al suo misero destino, stava per trasformarsi nel solito luogo degradato e abbandonato come tanti altri nel nostro centro storico.

 

Uwe, con la sola forza attrattiva della sua opera compì il miracolo facendo si che il luogo rinascesse e sottraendo piazza del Garraffello al suo lento, inesorabile destino. E fu così che fino a qualche tempo fa, una particolarissima cattedrale, fatta con i materiali piu svariati e con tanto di altare e croce si innalzava, svettando imponente in quella piazza che, prima ignorata da tutti, andava adesso ad aggiungersi a pieno titolo tra quelle presenti nel circuito artistico della nostra città ma, soprattutto, andando a vincere quello stato di abbandono in cui versava da anni e che la nostra amministrazione, come al solito, avrebbe voluto combattere solo con le belle parole dell'intenzione.

 

Ma Palermo si sa... non si smentisce mai, ne in quelle che sono le sue tradizioni e tanto meno nelle sue contraddizioni. E così mentre molti palermitani e, su tutti, l'autorità della Provincia regionale riconobbe la validità dell'artista e della sua opera, il Comune, invece, ne rinnegò l'esistenza, cancellandola perchè potenzialmente pericolosa. Ma la cosa che piu stupisce è che l'installazione è stata si smantellata, però, l'edificio che la ospitava è ancora la... con il suo "pericolo di crolli" esattamente come tanti altri nella piazza e, piu in generale, nel nostro centro storico... senza che nessuno muova un dito!

 

Che strano il nostro mondo!... vallo a spiegare a un non palermitano... vallo a spiegare allo stesso Uwe che ancora si chiede perchè... !!!???

 

Forse a Palermo l'arte è difficile da recepire e certamente quella di Uwe può anche non piacere ma... forse a Palermo l'unica arte cara ad alcuni amministratori è quella dell'abbandono!

 

N.B.: la foto ritrae solo un piccolo particolare della complessa installazione di Uwe

8,610 views
18 faves
25 comments
Taken on November 5, 2008