Pinacoteca Nazionale di Siena
Via di San Pietro, 29, 53100 Siena
pinacotecanazionale.siena.it/

CORTILE
l cortile rinascimentale, dove si trovano le scale di accesso ai piani, è circondato per tre lati da un
portico con una cisterna al centro. Nel cortile si può ammirare un sarcofago figurato romano e
un’urna estrusca.
Una delle incorniciature marmoree cinquecentesche, mostra un'iscrizione che la indica come proveniente, dal distrutto monastero di Monteoliveto a Porta Tufi a Siena.
Sul lato del cortile privo di portico si trova, entro un tabernacolo, un affresco raffigurante la Pietà di
scuola senese della fine del sec. XIV.

PIANO PRIMO
Il primo piano ospita diverse sezioni: la pittura del Cinquecento con opere dei due maggiori protagonisti della prima metà del secolo, Domenico Beccafumi e Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma; la pittura della fine del Cinquecento , controriformata e devota, e del Seicento con pale d’altare e dipinti da collezione privata testimoniata da artisti senesi di fama come Francesco Vanni, Alessandro Casolani, Rutilio Manetti , Astolfo Petrazzi e Bernardino Mei. Si affacciano inoltre sul cortile importanti dipinti provenienti dal palazzo Reale mediceo. E’ stata allestita una sala delle sculture con rilievi e lapidei del Trecento e del Quattrocento con un superbo affaccio sulla città e sulla campagna.

PIANO SECONDO
L'ordinamento cronologico parte dal secondo piano, dove si trovano le prime sale che conservano le opere dalle origini della pittura senese fino alla seconda metà del Quattrocento: Duccio, Simone Martini, Pietro e Ambrogio Lorenzetti (Trecento), Sano di Pietro, Giovanni di Paolo, Sassetta, Matteo di Giovanni e Francesco di Giorgio Martini (Quattrocento), solo per citare i più famosi.
Spiccano tra i capolavori la preziosa ed elegante Madonna dei Francescani di Duccio e "La Piccola Maestà" di Ambrogio Lorenzetti oltre alla celeberrima tavola di Michelino da Besozzo.

PIANO TERZO
l Terzo piano ospita le opere della Collezione Spannocchi-Piccolomini, raccolta legata dall’omonima famiglia senese alla città nel 1835. Sono esposti dipinti di artisti del Quattro-Cinquecento dell’Italia del Nord: fiamminghi, tedeschi, olandesi tra cui spiccano per importanza un San Girolamo di Albrecht Durer e una Natività di Lorenzo Lotto.

Immagini realizzate da:
ANDREA CARLONI (2015)
Email: pugnalespada@hotmail.it
248 photos · 1,690 views
1 3