new icn messageflickr-free-ic3d pan white
"rolling" stones | by d a r i u s
Back to photostream

"rolling" stones

monastero di torba | varese | italy

 

a good week to every one!

una buona settimana a tutti!

 

Immerso nei verdi boschi del Varesotto, ai piedi del parco archeologico di Castelseprio, il complesso monumentale di Torba è testimone di una vicenda più che millenaria.

 

Avamposto militare del tardo impero romano, poi in mano ai Goti e ai Longobardi (con torre e cinta difensiva del secolo V e VI), Torba fu quindi pio luogo di preghiera e di lavoro di religiose benedettine (con chiesa dei secoli VIII-XIII e sede monastica).

 

Abbandonato dalle monache nel 1453, fu successivamente adibito a cascina rurale. Nella torre sono conservati rari e importanti affreschi della fine dell'VIII secolo. La piccola chiesa del monastero è attribuibile prevalentemente al secolo XI, ad eccezione della cripta dell'VIII secolo e della parte absidale che, con il vivace motivo che alterna fasce di grossi ciottoli e mattoni e la raffinata teoria di archetti pensili, è pienamente ascrivibile al XIII secolo.

 

L'interno della chiesa, ad aula unica, con la copertura a capriate lignee e le pareti intonacate, ha conservato, grazie anche ad un attento restauro, tutta l'originaria semplicità di una struttura povera, medievale, monastica. Il torrione del V-VI secolo è un esempio di architettura militare di importanza non comune. I contrafforti e le murature si assottigliano salendo e traducono in forme architettoniche il diminuire degli sforzi sopportati dalle strutture.

 

Nella zona inferiore le aperture sono a feritoia, al secondo piano si aprono invece belle finestre a fungo (cioè con arcata di base più larga della luce della finestra). Superiormente una fascia decorativa in cotto segna l'originale altezza della torre, prima che si costruisse il sopralzo.

 

Nestled in the green forests of Varese , at the foot of the archaeological park of Castelseprio , the monumental complex of peat is witnessing a story more than a thousand years .

 

Military outpost of the late Roman Empire, then in the hands of the Goths and the Lombards ( with defensive walls and tower of the century V and VI) , Peat was so pious place of prayer and work of Benedictine nuns ( with VIII -XIII centuries of the church and monastic seat ) .

 

Abandoned by the nuns in 1453 , was later used as a rural farmhouse . In the tower are preserved rare and important paintings of the late eighth century. The small church of the monastery is mainly attributable to the eleventh century , with the exception of the crypt and the apse of the eighth century that , with the lively pattern alternating bands of large stones and bricks and the refined theory of hanging arches , is fully attributable to the the thirteenth century.

 

The interior of the church, a single hall , with wooden ceiling and the walls plastered , has preserved , thanks to a careful restoration , all original simplicity of a poor structure , medieval, monastic . The tower of the V -VI century is an example of military architecture of uncommon importance . The buttresses and walls become thinner and climbing translate into architectural forms the decrease of the efforts supported by the structures .

 

In the lower area of ​​the openings are slit on the second floor open windows instead of beautiful mushroom (ie arch wider base of the light from the window ) . Above a decorative band terracotta marks the original height of the tower, before the building of the top unit

3,945 views
39 faves
3 comments
Taken on March 25, 2007