new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Astrophytum ornatum | by Alematrix
Back to photostream

Astrophytum ornatum

Gli Astrophytum hanno da sempre esercitato un fascino particolare nei confronti degli amatori di cactacee, fascino che è andato crescendo da quando sono stati immessi sul mercato numerosi, spettacolari ibridi.

 

Nel 1827 Thomas Coulter raccolse nello stato messicano di Hidalgo una pianta che oggi chiamiamo A. ornatum, ma che fu descritta nel 1828 da De Condolle col nome di Echinocactus ornatus. Nel 1839 Charles Lemaire attribuì il nome di A. myriostigma ad una pianta raccolta nel nord del Messico. Nello stesso anno H. G. Galeotti chiama Cereus callicoche, che diverrà A. myriostigma, una pianta raccolta in San Luis Potosí. Nel 1845 anche J. G. Zuccarini descrisse come Echinocactus asterias una pianta raccolta da Karwinsky due anni prima.

L'Astrophytum (Lemaire 1839) è un genere di pianta succulenta appartenente alla famiglia delle cactacee. Il suo nome deriva dal greco astèr (stella), per la caratteristica forma a costole che dall'alto lo fa somigliare ad una stella e phytòn (pianta). È originario di alcuni areali delimitati del Messico e vive normalmente in terreni semi-aridi e leggermente calcarei.

Gli Astrophytum hanno un fusto globuloso formato da quattro ad otto sezioni divise tra di loro da solchi più o meno profondi. I fiori gialli o giallo-rossi si sviluppano dalle areole presenti alla sommità del fusto.

L'elemento maggiormente caratterizzante gli Astrophytum rispetto alle altre cactaceae è la presenza di numerosi puntini bianchi in rilievo sparsi in misura più o meno rilevante sul fusto di tutte le specie appartenenti a questo genere. Il loro ruolo non è ancora stato ben definito dalla letteratura scientifica, tuttavia si ritiene che la loro funzione principale sia quella di favorire la mimetizzazione della piante negli ambienti rocciosi in cui sono normalmente inserite, allo scopo di ridurre la possibilità di distruzione da parte di animali fitofagi. Si ritiene che altre funzioni possano essere legate alla protezione del fusto dai raggi solari e alla capacità di trattenere più efficacemente l'umidità.

 

L’Astrophytum ornatum è una pianta globosa, solitaria, che con gli anni diviene cilindrica, potendo superare anche un metro di altezza. Presenta un fusto di colore verde scuro, che con l’età diviene sugheroso, areole con lanuggine giallastra. Le costolature, a volte spiravate, sono per lo più 8, con spigoli acuti. Le spine, di cui una centrale e 5-10 radiali, sono robuste, di colore giallo, ma che col tempo possono divenire grigie o marroni. I fiori sono gialli, con un diametro di 6-8 cm, pistillo pure giallo, frutto deiscente. L’habitat è identificabile nel Messico centrale negli Stati di Queretaro, Hidalgo, Guanajuato, San Luis Potosí.

Molti botanici ritengono di non dover attribuire ad A. ornatum v. mirbelii lo stato varietale, stante le scarse differenze con la pianta tipo, anche se geograficamente isolata dal punto di vista riproduttivo.

 

2,120 views
28 faves
37 comments
Taken on August 17, 2012