cuddrireddri

    Newer Older

    dolcetti siciliani tipici di Carnevale: fatti con il pettine da telaio, regalo da Torino di Pina.
    (da qualche anno presidio dello Slow Food)

    1. fugzu 73 months ago | reply

      altre INFO:

      A Delia, un piccolo paese in provincia di Caltanissetta, questa parola dal suono rude indica un gustoso dolce, il cui nome risale al greco 'Kollura' che significa 'focaccia' o 'pane biscottato di forma solitamente anulare'; si narra che questa particolare e complicata forma, che ricorda una piccola corona, sia nata quale omaggio alle castellane residenti a Delia, durante la guerra dei Vespri siciliani del 1282-1302, nella rocca medievale che sovrasta la cittadina.

      altre foto:
      www.slowfoodmessina.it/index.php?id1=17&id3=thumbnail...

    2. fugzu 73 months ago | reply

      Gli ingredienti

      - Farina di frumento;
      - Uova;
      - Vino rosso;
      - Zucchero;
      - Cannella;
      - Scorza d'arancia;
      - Strutto;
      - Cottura con olio

    3. fugzu 73 months ago | reply

      con lo stesso strumento anche in Molise vengono fatti altri dolcetti, ma che non so che aspetto abbiano, sono i CARAGNOLI

    4. fugzu 73 months ago | reply

      unacolicadacqua.blogspot.com/2007/11/esperimento-globaliz...
      questa è una pasta in brodo tradizionale delle Marche.. avevo trovato solo una foto tempo fa su una rivista MACCARONCINI
      unacolicadacqua.blogspot.com/2007/11/maccaroncini-ed-espe...

    5. fugzu 73 months ago | reply

      ecco cosa ci racconta PINA

      Luisa, sono contenta nel leggere che le "cuddrireddri" sono piaciuti.
      Non ho nessuna difficolta' ha scriverle la storia di questo dolce che a Delia il mio paese di origine, ha un forte radicamento ,tramandato da madre in figlia.
      Il segreto di questi dolci sta negli ingredienti genuini e' una lavorazione caratteristica e complessa,fatta appunto con il pettine e un bastoncino un po' piu' grande di quello per fare i garganelli.
      La storia narra che la forma a "corona"sia nata per fare omaggio alle castellane che vivevano a Delia durante la guerra dei Vespri Siciliani (1282-1302)nel castello medioevale che ancora sovrasta il paese.
      La lavorazione di questo dolce e' un 'impasto di farina, zucchero ,uova, strutto, vino, scorze di arancia e cannella si realizzano tanti rotolini, qui e' la parte piu' difficile perche' richiede una certa manualita' per realizzare la coroncina, i rotolini si avvolgono ad un bastoncino che poi viene sfilato, la spirale di pasta deve ottenere la caratteristica "rigatura " quindi viene appoggiata sul pettine con una leggera pressione a questo punto si uniscono le due estremita' l'ultimo passaggio e' la friggitura in abbondante olio.
      La cuddrireddra veniva preparata in casa nel periodo di carnevale, oggi pero' a Delia sono nati dei laboratori e nelle pasticcerie si possono trovare tutto l'anno.

    keyboard shortcuts: previous photo next photo L view in light box F favorite < scroll film strip left > scroll film strip right ? show all shortcuts