flickr-free-ic3d pan white

_MG_9389.JPG

  

La delegazione del Partito radicale che ha manifestato oggi a Cuba era composta da Maria Fida Moro, figlia dello statista italiano Aldo Moro ucciso dalle Brigate Rosse, Elisabetta Zamparutti, Tesoriere dell’Associazione Nessuno Tocchi Caino e di Radicali Italiani, Marco Cappato, Deputato Europeo e Segretario dell’Associazione Luca Coscioni, Matteo Mecacci, Rappresentante all’ONU del Partito Radicale Nonviolento, Maurizio Turco, Deputato della Rosa nel Pugno, Vice-Presidente del Senato del Partito Radicale.

 

Il 18 marzo, alle ore 12 locali, una delegazione di dirigenti e parlamentari del Partito Radicale ha iniziato una manifestazione non autorizzata a l’Avana, a Cuba, in occasione del quarto anniversario dell’arresto di 75 politici, intellettuali e giornalisti cubani, avvenuto il 18 marzo 2003, colpevoli solo di voler esercitare la loro liberta di espressione. I processi farsa contro i 75 esponenti democratici hanno portato a condanne dai 6 ai 25 anni di prigione. Dei 75 arrestati oggi, 65 restano ancora nelle carceri cubane.

L’azione nonviolenta si è svolta a sostegno della marcia annuale organizzata dalle Damas De Blanco (le Signore in Bianco), gruppo di mogli, compagne e figlie dei detenuti politici insignito del Premio Sacharov del Parlamento europeo, che ogni 18 marzo sfilano silenziosamente vestite di bianco dalla Chiesa di Santa Rita da Cascia a l’Havana, lungo la 5a strada per chiedere la liberazione dei propri cari.

 

I manifestanti radicali hanno chiesto anche un'amnistia e la liberazione di tutti i prigionieri politici - tra i quali Francisco Chaviano detenuto dal '94, già Presidente del Consiglio Nazionale per i diritti civili a Cuba e iscritto al Partito Radicale transnazionale - e la non discriminazione delle persone omosessuali.

  

FREEDOM for all Cuban political prisoners DEMONSTRATION OF THE NONVIOLENT

RADICAL PARTY IN HAVANA

18- march- 2007: At 12.00 local time a delegation of activists and leaders of the Nonviolent Radical Party performed a non-authorized demonstration in Havana, Cuba, on the occasion of the fourth anniversary of the arrest of 75 Cuban politicians, intellectuals and journalists. They were arrested on March 18, 2003 as they were claiming their right of freedom of speech. After a farce trial they were sentenced to 6 to 25 years of imprisonment. Currently, 65 out of 75 are still detained in Cuban prisons.

The nonviolent action aimed at supporting the annual march organized by the Damas De Blanco (Ladies in White) notably the wives, girlfriends and daughters of those prisoners. On the 18th of March of every year they march wearing a white dress from the Church of Santa Rita da Cascia in Havana through the 5th Avenue to ask for the release of their loved ones. The radical activists demanded that all political prisoners, including the radical member Fancisco Chaviano - jailed in 1994 - be given amnesty and released. They also asked for the non-discrimination of homosexuals.

  

1,196 views
0 faves
0 comments
Taken on March 18, 2007