new icn messageflickr-free-ic3d pan white
l'indaco (parigi09) | by juri_kid_a
Back to group

l'indaco (parigi09)

Dunque, ieri sera concerto di Battiato al teatro degli Arcimboldi. Dopo un inizio un po' deboluccio, il buon Franco ci ha regalato belle soddisfazioni facendo una canzone dietro l'altra.

Ecco, io apprezzo moltissimo Battiato, che è stato una delle colonne della mia formazione musicale con cassette (prima) e cd (poi) consumatissimi.

Ma proprio perché l'apprezzo moltissimo non posso fare a meno di lanciare la mia reprimenda contro una delle sue canzoni più famose, che a me risulta francamente (avverbio azzeccatissimo, direi) insopportabile: “La cura”.

La cura, col senno di poi, è stata l'inizio della fine. Una canzone veramente banale, per niente sincera. Con Battiato che fa il manierista di Battiato. Con strofe che non stanno attaccate tra loro (cacchio centra il vagare nel Tennessee e il sogno col resto, dai). Il fatto che questa canzone venga additata dall'uomo medio come “bellissima”, “un capolavoro” non fa altro che aumentare in me la certezza che è una composizione banale e bellamente orecchiabile e commerciale. “La cura” diventa lo straccetto con cui migliaia di beste musicali, che normalmente ascoltano solo merda pressata (cit.) si puliscono quando vengono attaccati per quello che sono: - Beh, ma la mia canzone d'amore preferita è “La cura” di Battiato... anch'io ascolto quello che ascolti tu, sei tu che ti rifiuti di ascoltare le cose che ascolto io... -

E invece no, cara bestiolina musicale, tu non ascolti proprio per niente quello che ascolto io. Non puoi permetterti di usare Battiato per farti scudo dei tuoi pessimi gusti musicali. Ascoltati “Halber Mensch” degli Einstürzende, dimmi che ti piace e poi potrai dire che ascolti anche quello che ascolto io. Eccheccazzo. Battiato lascialo perdere, che dopo “Gommalacca” (quello sì, grande album, infatti ieri sera non ne ha fatta nessuna) per me praticamente è come se fosse andato in pensione.

Comunque, a parte tutto, Franco, ti voglio sempre bene. Senza di te la musica italiana non avrebbe neanche quel poco di buono che ha. Grazie neh.

1,005 views
7 faves
10 comments
Taken on March 15, 2012