new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Su para e sa mongia, Sant' Antioco. | by Reme'ny
Back to group

Su para e sa mongia, Sant' Antioco.

Su para e sa mongia

I primi segni di frequentazione umana a Sant’Antioco, sono due menhir aniconici, probabilmente risalenti all’eneolitico. Li incontriamo percorrendo la ss126 al km3 vicino allo stagno di santa Caterina, sull’istmo che porta dalla Sardegna all’isola di Sant’Antioco, all’interno di un campo privato. Realizzati in roccia trachitica sono conosciuti come Su Para e Sa Mongia ( il frate e la suora), sono rozzamente sbozzati, uno ha caratteristiche prettamente femminili, mentre l’altro rappresenta sicuramente l’elemento maschile. La leggenda ha attribuito alle due pietre una storia curiosa fatta di amori illeciti e di punizioni divine, si dice che i due religiosi siano stati pietrificati durante la loro fuga per nascondere il loro amore peccaminoso, e collocati li come monito per chi si recava a Sulci per indicare che chi sbagliava in quella terra avrebbe pagato per i propri errori.

 

934 views
5 faves
21 comments
Taken on September 15, 2010