new icn messageflickr-free-ic3d pan white
GALLERIA LA FRANCA. DOTTORINI: “OMBRE INQUIETANTI SU QUADRILATERO, FARE CHIAREZZA E ABBASSARE TONI TRIONFALI SU GRANDI OPERE” | by Dottorini.com
Back to photostream

GALLERIA LA FRANCA. DOTTORINI: “OMBRE INQUIETANTI SU QUADRILATERO, FARE CHIAREZZA E ABBASSARE TONI TRIONFALI SU GRANDI OPERE”

“Chiarire al più presto se vi siano state o meno operazioni speculative non corrette. A rischio la credibilità di un intero sistema”

  

“Quanto emerge dalle anticipazioni della trasmissione Report è inquietante e necessita di immediati chiarimenti. Sarebbe bene abbassare i toni trionfalistici che accompagnano spesso le grandi opere e verificare con puntualità e trasparenza gli esiti del fiume di risorse pubbliche investite”. Oliviero Dottorini (Umbria Migliore), presidente della commissione Bilancio del Consiglio regionale, commenta con queste parole le anticipazioni dell’intervista che andrà in onda su Report da cui emergerebbero risvolti allarmanti riguardo alle modalità di esecuzione dei lavori per la galleria La Franca, che dovrebbe essere aperta nei prossimi mesi.

"Le parole dell’operaio intervistato – aggiunge Dottorini - gettano un’ombra pesante sulla correttezza nell’esecuzione dei lavori e anche sul reale ritorno economico per il tessuto sociale ed economico della Regione di operazioni come quelle relative alla Quadrilatero. Occorre che si faccia chiarezza al più presto sulle eventuali responsabilità, chiarendo se vi siano state o meno operazioni speculative non corrette. Le varie inchieste che stanno emergendo a livello nazionale sembrano fare emergere un sistema tutt’altro che trasparente in cui spregiudicatezza e malaffare attecchirebbero in maniera decisa. Per questo occorre che le istituzioni preposte escludano in maniera categorica che la Foligno-Civitanova possa essere stata oggetto di scorrettezze progettuali o realizzative. Come sappiamo, la galleria La Franca è stata realizzata in un settore orografico molto complesso, a circa 700 metri d’altitudine. Se le parole dell’operaio intervistato rispondessero al vero, non possiamo neppure immaginare quali sarebbero le conseguenze sulla credibilità di un intero sistema”.

  

Perugia, 10 aprile 2015

 

69 views
0 faves
0 comments
Taken on April 10, 2015