Villaggio della Birra 2016
#villaggiodellabirra2016 #seguiilbianconiglio #notjustafestival
Il Villaggio è un sistema complesso. Molte sono le parti che compongono il tutto, ogni singolo elemento interagisce con gli altri per portare completezza all’insieme. E’ il luogo degli equilibri e dei contrappesi, delle sinergie e dei contrasti; ma è anche, e soprattutto, un luogo felice.
Da anni, da più di dieci anni, undici con questo. Una storia che si allunga, srotolandosi nel tempo e nello spazio personale di ciascuno, nello spazio che ciascuno può e vuole concedere.
Come tutti i sistemi complessi, ha una imprevedibilità intrinseca e porge il fianco anche al possibile paradosso. Tutto questo lo fa bello, lo fa anche complicato ma Piana, alla fine, rasserena. Sempre.
Il Villaggio ha i piedi piantati su di una terra e un passato rassicuranti: si sforza di traguardare un presente sempre più articolato e “pretende” di gettare lo sguardo verso un futuro che adesso solo si intravede. E’ un gioco di intuizioni, di scommesse, di splendide incertezze.
Al Villaggio è sempre piaciuto giocare con queste carte, e a chi lo vive piace “essere giocato” così. Lo vedi nella luce che hanno gli occhi dei bevitori di “lungo sorso”, allenati alla caccia. Lo intuisci nell’espressione trasognata di chi vi si accosta per la prima volta. Ne scorgi le ultime tracce in chi se ne allontana portandosi dietro storie (e birre) da raccontare. Come anche quest’anno.
“Un” Villaggio è finito, “il” Villaggio si è già incamminato verso altre mete. Ci aspetta …. là.
Alberto Laschi
Foto ©Vanessa Rusci, ©Alessia Carapelli, ©Matteo Perugino Bernardo Bernardini
565 photos · 205 views
1 3 4 5 6