Gran Premio d'Italia Mugello 2012
La risposta di Lorenzo è arrivata in fretta: lo spagnolo conquista il Mugello per il secondo anno consecutivo e piazza un affondo pesantissimo guadagnando 5 punti su Pedrosa, secondo, e addirittura 17 su Stoner, ottavo, nervosissimo e vittima del secondo errore di fila dopo quello in Germania sette giorni fa.

Il podio è completato da Andrea Dovizioso, terzo con la Yamaha del team privato Tech 3. Il forlivese si è lasciato alle spalle il tedesco Stefan Bradl (Honda). Positiva la gara di Valentino Rossi, che dopo essere scattato dalla decima posizione in griglia ha rimontato fino alla quinta piazza finale.
Pubblico in calo per il Gran Premio d’Italia che si è svolto oggi sul circuito del Mugello. Le 80mila presenze dell’anno scorso sembrano un miraggio. Almeno un 30 per cento in meno gli spettatori presenti in una giornata che non ha lesinato emozioni, anche se lo strapotere dello spagnolo Jorge Lorenzo nelle MotoGp ha spento un po’ gli entusiasmi degli appassionati di questo sport. Bella la gara tutta d’attacco di Valentino Rossi che è rimasto fuori dal podio (per lui comunque c’è un onorevole quinto posto).

Nelle tre gare disputate sul tracciato di Scarperia il punteggio finale è a favore della Spagna per 2 a 1 (doppio successo per gli iberici nella massima serie e nella Moto3 e uno per gli italiani nella Moto2). Nel dopo gara, invasione controllata della pista con il colore giallo di Rossi che nonostante non vinca più, appassiona comunque sempre.
MOTOGp. Con fare sornione, nelle prove dei giorni scorsi non si era certo messo in evidenza, il leader della classifica mondiale Jorge Lorenzo mette tutti dietro partendo subito bene e vincendo con grande distacco tanto da permettersi nell’ultimo giro di salutare il pubblico e concludere in tutta scioltezza. Al secondo posto si è piazzato un altro spagnolo, Dani Pedrosa che ha preceduto il romagnolo Andrea Dovizioso che con la Yamaha Tech 3 sta facendo ottime cose, soprattutto se si tiene conto che la sua non è una moto ufficiale. Bella la gara di Rossi che dopo aver avuto problemi nei gironi scorsi (leggi tempi di qualifica
disastrosi che lo hanno fatto partire dalla decima posizione) ha rimontato fino alla quinta piazza finale.
MOTO2. Proprio con un sorpasso all’ultimo giro l’abruzzese di Chieti Andrea Iannone (Speed Up) ha vinto sullo spagnolo Pol Espargaro (Kalex) conquistando così il secondo successo di quest’anno, dopo quello ottenuto in Catalogna, la dodicesima in carriera. A completare il podio lo svizzero Thomas Luthi (Suter). In classifica in testa c’è sempre Marc Marquez (Suter) che oggi non è andato oltre il quinto posto. 163 punti per lui davanti a Iannone e ad Espargaro, appaiati al secondo posto con 129, poi lo svizzero Luthi con 123.
MOTO3. Duello strettissimo anche in questa categoria con il successo finale che è andato allo spagnolo Maverick Vinales (FTR-Honda) anche se il pubblico del Mugello faceva il tifo per il suo compagno di squadra il marchigiano Romano Fenati, arrivato secondo, staccato di 20 centesimi. Terzo il tedesco Sandro Cortese (Ktm) e quarto posto per un altro italiano, il romagnolo Niccolò Antonelli (FTR-Honda)

Ma a far grande i motori italiani c'hanno pensato anche Iannone e Fenati, primo e secondo in Moto2 e Moto3. In classifica MotoGp: Lorenzo 185; Pedrosa 166; Stoner 148; Dovizioso 108; Crutchlow 95; Rossi 82. Tra due settimane solo la classe regina torna in pista, il 29 luglio, per il tradizionale appuntamento californiano a Laguna Seca.
66 photos · 202 views