new icn messageflickr-free-ic3d pan white
The Man with the Flower in His Mouth (L'uomo dal fiore in bocca), it's a play by the Italian playwright Luigi Pirandello; 1922. | by Qi Bo
Back to photostream

The Man with the Flower in His Mouth (L'uomo dal fiore in bocca), it's a play by the Italian playwright Luigi Pirandello; 1922.

---- .... -----

---- .... -----

 

-----------------------------------------------------------------

 

click to activate the icon of slideshow: the small triangle inscribed in the small rectangle, at the top right, in the photostream;

 

clicca sulla piccola icona per attivare lo slideshow: sulla facciata principale del photostream, in alto a destra c'è un piccolo rettangolo (rappresenta il monitor) con dentro un piccolo triangolo nero;

 

 

Qi Bo's photos on Fluidr

 

 

www.worldphoto.org/sony-world-photography-awards/winners-...

 

 

www.fotografidigitali.it/gallery/2726/opere-italiane-segn...

 

 

-------------------------------------------------------------------

 

 

-------------------------------------------------------------------

 

The feast of San Biagio is celebrated in February, in the small town of Motta Camastra (Sicily): these are some moments captured this year 2020. San Biagio was a bishop and martyr, always close to the humble; it is said that in life he managed to save a child from certain death by suffocation because of a thorn that was stuck in his throat, and that is why the Saint is invoked as a protector of the throat.

Many years ago the vara del Santo was carried on the shoulders of the devotees, necessarily young and strong adults, because of its weight, afterwards, unfortunately, due to the emigration of the young people of this country, in the city remained mainly the elderly and children, so much that the heavy Saint, currently "travels on tires", ie the float is placed on a structure equipped with wheels with its steering wheel, so it is driven by the ropes pulled by boys and girls very young, while from behind it is pushed by adults. The float is carried in procession along the streets of the small town, but there are opportunities to run it downhill; the procession ends in the town square, where the Saint is made to run pushing from behind, but also backward pushing it from the front (they all push it: now the children, now the women, now the adults), in memory of the martyrdom of the Saint: it is said that when he was beheaded, his head began to rolling incessantly. In the evening, finally, the procession resumes, this time more quiet, through the streets of the village, and then finally return to church. In addition to the celebration of the Holy Mass in his honor, the feast includes the lively-calm procession, also several stops, during which they are offered characteristic sweets, cakes, drinks and liqueurs.

Post Script:

a) this year two of my black and white photos have been awarded in the photographic competition having as theme the town of Motta Camastra; the jury included the photographic critic Pippo Pappalardo, and the artist Antonio Presti creator of "Fiumara of Art". My photo entitled "Visitatio Mariae" won the first prize, while the other photo awarded (a moment of the feast of San Biagio), won a special mention. These two photos of mine, were printed by Presti in giant format, then embedded in the installation of Motta Camastra, part of "CONTROESODO (against Exodus)", name of a series of photographic installations created by him, present in various countries of the Etna hinterland characterized by a series of photographs printed in giant format, which portray the parents together with their children.

B) the country that can be seen in the distance is that of Castiglione di Sicilia, as can be admired from Motta Camastra;

C) the smoking mountain of the photos is, for non-experts, the Etna volcano;

D) during the various stops of the float, characteristic sweets, cakes, drinks are offered by the families of the neighborhood: everyone is invited to participate in that convivial atmosphere that characterizes the community feast of this small Sicilian village.

………………………………………………………………..

 

La festa di San Biagio si celebra in febbraio, nella città di Motta Camastra (Sicilia): questi sono alcuni momenti colti quest’anno 2020. San Biagio era un vescovo e martire, sempre vicino agli umili; si narra che nella vita sia riuscito a salvare un bambino da morte certa per soffocamento a causa di una spina che gli si era conficcata in gola, ed è per questo che il Santo viene invocato come protettore della gola. Molti anni addietro la vara del Santo veniva portata in spalla dai devoti, necessariamente giovani adulti e forti, a causa del suo peso, successivamente, purtroppo, per via della pesante emigrazione dei giovani di questo paese, nella città sono rimasti prevalentemente gli anziani ed i giovanissimi, molti sono bambini, tanto che il pesante Santo, attualmente "viaggia su gomme", ovverossia la vara viene posta su di una struttura fornita di ruote col suo volante, la vara così viene trainata da corde tirate dai ragazzi e ragazze molto giovani, mentre da dietro viene spinta dagli adulti. La vara viene portata in processione lungo le vie del piccolo paese, ma non mancano le occasioni per farla correre in discesa, processione infine che si conclude nella piazza del paese, ove il Santo viene fatto correre spingendolo da dietro, ma anche a ritroso spingendolo dal davanti (tutti vogliono partecipare a questa corsa col Santo: ora i bambini, ora le donne, ora gli adulti), a ricordo del martirio del Santo: si narra che quando fu decapitato, la sua testa si mise a rotolare incessantemente. La sera, infine, riprende la processione, questa volta più tranquilla, per le vie del paese, per poi rientrare definitivamente in chiesa. La festa prevede oltre alla celebrazione della Santa messa in suo onore, la processione movimentata-tranquilla, anche diverse soste, durante le quali vengono offerti dolci caratteristici, torte, bevande e liquori.

Post Scriptum:

a) quest'anno due mie foto in bianconero sono state premiate nel concorso fotografico avente come tema il paese di Motta Camastra, della giuria vi facevano parte il critico fotografico Pippo Pappalardo, e l'artista-mecenate Antonio Presti creatore di "Fiumara d'Arte"; la mia foto intitolata "Visitatio Mariae" ha vinto il primo premio, mentre l'altra foto premiata (un momento della festa di San Biagio), ha vinto una menzione speciale. Queste due mie foto, sono state stampate da Presti in formato gigante, poi incastonate nella installazione di Motta Camastra, facente parte di "CONTROESODO", nome di una serie di installazioni fotografiche da lui create, presenti in vari paesi dell'hinterland etneo caratterizzate da una serie di fotografie stampate in formato gigante, che ritraggono i genitori insieme ai loro figli.

B) il paese che si vede in lontanza, è quello di Castiglione di Sicilia, così come lo si può ammirare da Motta Camastra;

C) il monte fumante delle foto è, per i non addetti ai lavori, il vulcano Etna;

D) durante le varie soste della vara, vengono offerti, dalle famiglie del quartiere, dolci caratteristici, torte, bevande: tutti quanti sono invitati a partecipare a quel clima conviviale che caratterizza la festa della comunità di questo piccolo borgo Siciliano.

 

-----------------------------------------------------

 

 

Festa di san Biagio a Motta Camastra

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 

Antonio Presti – Fiumara d'Arte (Sicilia)

 

Intervista a Pippo Pappalardo a TrapanInPhoto 2019.

 

 

Rai 2 - Tg2: Obiettivo Controesodo. Fondazione Antonio Presti - Fiumara d'Arte.

 

 

TrapanInPhoto - Letture Portfolio di Pippo Pappalardo: Don Chisciotte (di Antonella Messina)

 

RAI 3 -TGR - Mezzogiorno Italia. Fondazione Antonio Presti - Fiumara d'Arte. Obiettivo Controesodo.

 

 

Exibinterviste Antonio Presti, il creatore della “Fiumara d’Arte”

 

 

“Controesodo”, inaugurate tutte le installazioni fotografiche di Antonio Presti

„“Controesodo”, inaugurate tutte le installazioni fotografiche di Antonio Presti“

 

Il critico Pippo Pappalardo: “il fotografo deve essere bravo a sintetizzare la realtà

 

Pippo Pappalardo - Presentazione Spectrum: Bookzine - Presso A.R.V.I.S. di Palermo

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 

 

''L'UOMO DAL FIORE IN BOCCA'' (Rai) con Vittorio Gassman

 

 

L'uomo dal fiore in bocca

 

Gabriele Lavia e "L’Uomo dal Fiore in Bocca"

 

Ray Play: L'uomo dal fiore in bocca

 

 

 

5,772 views
56 faves
13 comments
Uploaded on April 15, 2020