new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Sciacca: case del porto | by magalibobois
Back to photostream

Sciacca: case del porto

a storia di Sciacca è tra le più antiche della Sicilia, ricchissima di eventi che hanno lasciato un'impronta memorabile nel corso dei secoli.

Numerosi furono gl'insediamenti dei popoli del Mediterraneo.

I primi dominatori furono i Greci e i Cartaginesi (409 a.C), che la chiamarono Terma per le sue acque termali. In seguito, gli Arabi la chiamarono Xacca, che in latino diventò Sacca, che poi si trasformò nell'odierna Sciacca.

Grande importanza acquisirono le acque termali e le stufe vaporose del Monte Kronio, fin dai tempi antichi.

Nel corso dei secoli Sciacca continuò a subire diverse dominazioni:

I Romani contribuirono alla crescita economica della città, con attività commerciali e portuali, e la chiamarono Therme Selinuntine (340 d.C.).

E a causa della sua posizione strategica nel mare, Sciacca subì le devastazioni barbariche.

Segue un periodo di decadenza, alla caduta dell'Impero Romano, in cui dominarono i Bizantini, durato tre secoli.

In questo periodo si insediarono sul Monte Kronio i monaci eremiti, tra cui San Calogero, che visse all'interno di una grotta, presso le stufe vaporose.

A San Calogero fu dedicato il Monastero omonimo costruito sul monte.

Seguirono: la dominazione Araba (827-1087), e Normanna, durante la quale la città acquistò una notevole importanza commerciale.

Il periodo di massimo splendore per Sciacca si ebbe nel 1101, quando la città passò alla figlia del Conte Ruggiero, Giulietta.

Si cominciarono a costruire importantissimi monumenti, Chiese e Palazzi, ancora oggi visibili e ben conservati.

Alla morte di Giulietta, alcune famiglie di Nobili si contendevano i territori circostanti con durissime, secolari, lotte sanguinarie, tra cui la famosa contesa per il Castello dei "Luna", dal quale è stato tratto il romanzo in dialetto siciliano "Lu Casu di Sciacca", di Vincenzo Licata.

1,267 views
0 faves
0 comments
Taken on August 24, 2011