new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Terre degli uomini | by °marina°
Back to photostream

Terre degli uomini

Non è da molto che siamo insediati in questo paese di miniere e di centrali elettriche, non è da molto che abbiamo iniziato a vivere in questa nuova casa che non abbiamo ancora terminato di costruire. Tutto è cambiato così rapidamente intorno a noi: rapporti umani, condizioni di lavoro, costumi. La nostra stessa psicologa è stata scossa sino ai suoi recessi più intimi. Siamo tutti come dei giovani barbari ancora stupiti di fronte alle nostre stesse invenzioni. Per il colonizzatore il significato della vita è dato dalla conquista. Il soldato disprezza l'agricoltore, ma il fine della conquista non è appunto quello di permettere l'insediamento di questo stesso agricoltore?

Nell'orgasmo del nostro progresso abbiamo impiegato gli uomini per costruire ferrovie, per innalzare opifici e per scavare pozzi petroliferi, dimenticando che facevamo tutto questo allo scopo di servire gli uomini stessi. Durante il tempo della conquista la nostra morale fu quella del soldati, ma ora dobbiamo rendere viva ed umana questa nuova casa, che non ha ancora un contenuto.

Per una generazione il problema è stato costruire; per l'altra il problema è come viverci.

- A. De Saint-Exupery

766 views
8 faves
12 comments
Taken on June 19, 2011