new icn messageflickr-free-ic3d pan white
ecco perchè amo tanto questa isola..!! | by Donna di Fiori ✿✿✿
Back to group

ecco perchè amo tanto questa isola..!!

View On Black

Scatto originale - No use of Photoshop

 

Santa Maria del Soccorso

Forio - Ischia (Na)

 

E’ appollaiata come un bianco uccello marino su un costone affacciato sul mare aperto, perché marinai e naviganti potessero vederla già da lontano e sentirsi rassicurati dalla quella sacra sentinella. E’ la chiesa di Santa Maria del Soccorso, sicuramente una delle più belle dell’intera isola. Uno stile particolarissimo e indefinibile, dove risalta forte l’aggancio con la terra, una chiesa “tettonica”, maestosa all’esterno, dalle mura alte e mute, senza finestre, eppure – che meraviglia - minuta all’interno, piena di ex voto e barchette di legno. Una dualità misteriosa che sembra quasi rispecchiare la vita stessa degli uomini di mare di un tempo. Un’esistenza spesa tra gli immensi spazi di acqua e minuscole casette sulla spiaggia

Originariamente la chiesa del Soccorso era un convento Agostiniano con relativa Cappella costruita intorno al 1350. Nel 1653 fu abolito il convento e la chiesa fu affidata all’Università di Forio. Con il terremoto del 1883 crollò la cupola dell’abside, ricostruita , poi, con dimensioni più modeste.

In chiesa troviamo: statua di S. Antonio da Padova, tela settecentesca di Cesare Calise “S. Agostino, S. Monica e S. Nicola da Talentino “(1633). Acquasantiera scolpita da Vincenzo Borquera (1610), modellini di barche da pesca e velieri di legno sistemati sull’architrave e sui cornicioni della chiesa.

Conosciuta come la Chiesa di Santa Maria Della Neve.

  

2,305 views
25 faves
143 comments
Taken on September 20, 2010