Sas Tuvas

Abbasanta (OR), 16 Gennaio - Vigilia di Sant'Antonio Abate

 

Per la festa del santo, si tiene un rito molto particolare: Vengono infatti portati dei tronchi d’albero cavi da tre categorie di abbasantesi: quanti si chiamano Antonio, i ferrovieri e i ragazzi "di leva", ovvero i ragazzi che hanno appena compiuto 18 anni e devono quindi partire per il servizio militare. Dopo che questi alberi (detti "sas tuvas") sono stati benedetti, vengono messi in posizione eretta e si dà loro fuoco dall'interno, in memoria della leggenda che narra la vicenda di Sant'Antonio che ruba di nascosto il fuoco dall'inferno per donarlo agli uomini, attraverso un bastone di ferula (che è spugnosa nel suo interno, e brucia senza che nessuno si accorga di ciò).

 

Nell'occasione, ad Abbasanta (come in altri tantissimi paesi in Sardegna), si offrono vino e dolci e si balla fino a tarda notte. Altre iniziative del paese sono: La Sagra de Sa Panischedda", esposizione e vendita dei dolci tipici del Carnevale, e un'Asta Popolare di prodotti, dolci e animali detta "Sa Ditta" .

Calaito faved this
457 views
1 fave
2 comments
Taken on January 16, 2011
  • ƒ/2.8
  • 5.7 mm
  • 1/114
  • 64
  • Flash (off, did not fire)
  • Show EXIF
This photo is in 2 groups
This photo is in 1 album

Additional info

  • Viewing this photo Public
  • Safety level of this photo Safe
  • S Search
    Photo navigation
    < > Thumbnail navigation
    Z Zoom
    B Back to context