new icn messageflickr-free-ic3d pan white
BERLUSKOZY | by robinya
Back to photostream

BERLUSKOZY

www.youtube.com/watch?v=rGFEMgXvRVg

 

Francia: in piazza per i salari e l'occupazione

Reuters - da 1 ora 33 minutiPARIGI (Reuters) - Centinaia di migliaia di insegnanti, infermiere e operai hanno sfilato oggi nelle città francesi chiedendo aumenti salariali e la tutela dei loro posti di lavoro.

  

Le manifestazioni sono state il culmine di uno sciopero nazionale indetto dagli otto principali sindacati per costringere il presidente Nicolas Sarkozy e i leader dell'economia a fare di più per aiutare la gente comune a fronteggiare la crisi economica.

 

Ci sono stati disagi nei trasporti pubblici, mentre decine di voli sono stati cancellati a causa della protesta che riguarda anche scuole, banche, ospedali, uffici postali, tribunali e tv pubbliche. Ma l'agitazione non ha portato a quella paralisi che altri scioperi avevano causato.

 

Lo sciopero vuole sottolineare i timori dei francesi riguardo alla crescente disoccupazione, lo scontento per la riluttanza di Sarkozy a sostenere i consumatori e il risentimento verso i banchieri accusati di aver innescato la crisi.

 

"Il governo ha adottato provvedimenti per le banche ma oggi sono i lavoratori a soffrire", ha detto Charles Foulard, tecnico di una raffineria petrolifera.

 

In un raro episodio di unità, le otto sigle sindacali nazionali hanno stilato un elenco congiunto di domande al governo e alle aziende, che accusano di star usando la crisi come pretesto per tagliare costi e posti di lavoro.

 

Si tratta della prima protesta di questo tipo collegata alla crisi che colpisce uno dei principali Paesi industrializzati, con l'appoggio, secondo i sondaggi, della maggioranza dei cittadini. Non sembra però che lo sciopero avrà ripercussioni sulla stabilità del governo.

 

Le richieste specifiche comprendono miglioramenti nei salari e nelle condizioni dei lavoratori del trasporto pubblico.

 

Anche se la situazione dell'economia francese è meno fosca di quella di Paesi vicini come la Spagna e Gran Bretagna, il tasso di disoccupazione è in costante crescita, con 2,07 milioni di senza lavoro registrati a novembre 2008 (+8,5% rispetto all'anno precedente).

 

350 views
4 faves
3 comments
Taken on January 29, 2009