sarak hellas. Get yours at bighugelabs.com/flickr

  

Portfolio on wix

  

Portfolio 1

View slideshow

  

Portfolio 2

View slideshow

  

Portfolio on carbonmade

      

mousse de mariée

 

I took a degree in cinema history and criticism, because it was the only thing I could study at the time:

for me the world was already all packed into frames.

I love all the world of the image; I love to imagine into the image.

So I also fell in love with photography, with its naked eye,

with the clear moment in which everything stops forever,

just there, just at that moment.

I love photographing lives, faces, glances, sighs,

the life

suspended in an eternal unreal.

I'm not a photographer... and I don't like the term "photographer",

I'm an old young boy that lives of art and fantasy,

and the camera for me is another way to tell about my interior world... it's like another sense of mine.

Now I work as mime, actor, animator and photographer freelance

and I live near Rome.

  

Ho una laurea in storia e critica del cinema, perché è l'unica cosa che fossi in grado studiare all'epoca.

Per me il mondo era già tutto racchiuso in fotogrammi.

Amo tutto l'universo dell'immagine, amo immaginare nell'immagine.

Così mi innamorai anche della fotografia, del suo sguardo nudo,

di quell'attimo chiaro in cui tutto si ferma per sempre

solo lì, solo in quel momento.

Amo fotografare esistenze, volti, sguardi, sospiri,

la vita,

sospesa in un eterno irreale.

Non sono un fotografo... e non amo il termine "fotografo",

sono un vecchio ragazzo che vive di arte e fantasia

e la fotocamera per me è un altro mezzo con cui raccontare il mio mondo interiore... è come un altro mio senso.

Adesso lavoro facendo il mimo, l'attore, l'animatore ed il fotografo freelance

e vivo vicino Roma.

  

View my photos at bighugelabs.com

   

 

sarak hellas. Get yours at bighugelabs.com/flickr

   

Sarak Hellas | Crea il tuo badge

Read more

Showcase

Testimonials

Write a testimonial

I suoi ritratti sono tra le cose più belle che ho visto qui su flickr: più che un fotografo sembra un cantastorie alla maniera di Omero, che, si dice, fosse cieco; lui per fortuna ci vede benissimo e attraverso il suo sguardo noi vediamo le storie che ci vuole raccontare.

April 9, 2009
.m. says:

le foto di alessandro sono arte: cinema e lirismo del movimento bloccato nel climax dell'atto pittura e magia delle pennellate di luce che trasfiguarano e formano le figure e gli incantesimi musica e armonia e suo contrario, come uno spartito che si sviluppa a forchetta fotografia, in senso proprio dell'etimologia … Read more

le foto di alessandro sono arte: cinema e lirismo del movimento bloccato nel climax dell'atto pittura e magia delle pennellate di luce che trasfiguarano e formano le figure e gli incantesimi musica e armonia e suo contrario, come uno spartito che si sviluppa a forchetta fotografia, in senso proprio dell'etimologia della parola: scrivere con la luce. lo stream di alessandro è l'esempio di come un uomo possa vedere gli uomini. è fotografia umanista anche quando la figura umana è quasi stravolta dai chiaroscuri. grazie per le emozioni che le tue fotografie mi regalano e senza chiedermi niente in cambio... sei uno dei miei preferiti qui su flickr!

Read less
March 17, 2009
Delirious String (deleted)

sarak is on the road.. il che non vuol dire che è un fotografo beat.. ma che è in cammino, alla ricerca.. è la sensazione è che non segua un tracciato definito.. ma che cambi percorso, ogni volta che la "situazione" lo richieda.. ed io sono curioso.. curioso di conoscere i mille-e-uno passi che farà.. magari tornerà… Read more

sarak is on the road.. il che non vuol dire che è un fotografo beat.. ma che è in cammino, alla ricerca.. è la sensazione è che non segua un tracciato definito.. ma che cambi percorso, ogni volta che la "situazione" lo richieda.. ed io sono curioso.. curioso di conoscere i mille-e-uno passi che farà.. magari tornerà indietro, a volte.. o cambierà direzione bruscamente.. questo non so dirlo.. ma credo che seguirlo sarà interessante..

Read less
March 4, 2009