new icn messageflickr-free-ic3d pan white
Piazza San Vito | by società iconografica trivigiana
Back to photostream

Piazza San Vito

E' una delle più recenti, essendosi formata in seguito all'abbattimento (1892) delle antiche carceri (già abbandonate nel 1835).

Venne allora qui trasferito dalla Piazza delle Donne (oggi si chiama dell' Indipendenza) il Mercato della Frutta tenuto dalle "revendigole" (da non confondere con le "ortolane" che tenevano il Mercato delle Erbe in piazza Crispi).

Dopo le prime coperture in lamiera, nel 1924 il mercato fu dotato di una loggia in muratura demolita nel 1965.

Alludendo ai due vistosi fabbricati che vi si affacciano, Bepi Mazzotti era solito dire che su questa piazza aveva infierito l'architettura novecentesca costruendo edifici, prima in falso antico e poi in falso moderno.

Nella cartolina, edita da Luigi Zoppelli agli inizi del Novecento, la foto era stata scattata da sotto il portico della chiesa. Dietro la colonna si intravede la fontana allora costruita, e all'estrema destra il caffè dalla Valentina poi Soghitta.

 

768 views
0 faves
0 comments
Taken on July 13, 2011